Serie A 2023/24, la classifica a confronto dopo 36 giornate

0
confronto classifica serie a

Mancano ormai solo due turni al termine della stagione 2023-2024 di Serie A, e il confronto tra la classifica attuale e quella passata determina altri importanti verdetti. Quello consolidato da tempo riguarda l’Inter (+26), campione d’Italia e vittoriosa con un largo 0-5 sul campo del Frosinone, che resta invischiatissimo in zona retrocessione. Stesso discorso per il Cagliari, a propria volta travolto per 5-1 dal Milan (+10), che si aggiudica matematicamente il secondo posto in classifica.

Questa giornata regala il responso su due delle altre tre squadre che parteciperanno alla prossima Champions League. Una è la Juventus (-2), che raggiunge in extremis l’1-1 tra le mura amiche contro la già retrocessa Salernitana (-23). L’altra, dopo 60 anni dalla partecipazione alla vecchia Coppa dei Campioni, è l’ormai non più sorprendente Bologna (+17), che vince 0-2 sul campo del Napoli (-35) e raggiunge il terzo posto con i bianconeri e un traguardo a dir poco inaspettato.

Atalanta sempre più quinta, bagarre in zona retrocessione

Nel confronto tra la classifica di Serie A attuale e passata, una delle squadre che ha fatto peggio delle altre è la Lazio (-9), la quale, tuttavia, col 2-0 inflitto al pericolante Empoli (-10), avvicina sensibilmente il quinto posto, l’ultimo utile per l’accesso all’Europa che conta. Tuttavia, nello scontro diretto tra Atalanta (+2) e Roma, che la precedono, i nerazzurri si sono imposti per 2-1 e, avendo una partita da recuperare, ipotecano con convinzione la partecipazione alla prossima Champions League, con le capitoline che dovrebbero “accontentarsi” dell’Europa League.

Il recupero del 2 giugno sarà tra gli orobici e la Fiorentina (+3), che nel monday night batte 2-1 il Monza (-7), e aggancia il piazzamento utile per la partecipazione alla Conference League, competizione che la vedrà protagonista per il secondo anno di fila in finale, stavolta contro l’Olympiacos. Ecco, nel dettaglio, la classifica di Serie A 2023-2024 dopo 36 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Resta apertissima la lotta per non retrocedere. In particolare, compie un importante passo avanti l’Udinese (-13), che sul campo del Lecce (+4), ormai salvo, vince 0-2 e lascia il terzultimo posto a Frosinone ed Empoli, indietro di una lunghezza. Ancora a rischio anche l’Hellas Verona (+4) battuto 1-2 in casa dal Torino e distante di sole due lunghezze dal terzultimo posto. Resta invece penultimo e apparentemente più in cadetteria che in massima serie il Sassuolo (-15), che passa in vantaggio ma alla fine si fa rimontare dal Genoa, vittorioso per 2-1. Ecco, nel dettaglio, la classifica di Serie A 2023-2024 dopo 36 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Confronto classifica Serie A 2023-2024 – 36^ giornata

  1. Inter 92 (+26) (CAMPIONE D’ITALIA)
  2. Milan 74 (+10) (CHAMPIONS LEAGUE)
  3. Bologna 67 (+17) (CHAMPIONS LEAGUE)
  4. Juventus 67 (-2) (CHAMPIONS LEAGUE)
  5. Atalanta 63 (+2)*
  6. Roma 60 (0)
  7. Lazio 59 (-9)
  8. Fiorentina 53 (+3)*
  9. Napoli 51 (-35)
  10. Torino 50 (0)
  11. Monza 45 (-7)
  12. Genoa 46 (In Serie B)
  13. Lecce 37 (+4)
  14. Hellas Verona 34 (+4)
  15. Udinese 33 (-13)
  16. Cagliari 33 (In Serie B)
  17. Frosinone 32 (In Serie B)
  18. Empoli 32 (-10)
  19. Sassuolo 29 (-15)
  20. Salernitana 16 (-23) (RETROCESSA IN SERIE B)

* = una partita in meno

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui