Serie A 2023/24, la classifica a confronto dopo 37 giornate

0

Manca un solo turno alla conclusione della Serie A 2023-2024, e il confronto tra la classifica di Serie A attuale e quella passata sono ormai ben definiti. In vetta è giorno di passerella per l’Inter (+24), che festeggia la consegna della coppa del 20° Scudetto della propria storia pareggiando 1-1 contro la Lazio (-11), a sua volta a un passo dalla qualificazione alla prossima Europa League.

Tonfo in trasferta, invece, per il Milan (+7), battuto 3-1 dal Torino, alla ricerca disperata dei punti necessari per centrare quell’ottavo posto che garantirebbe l’accesso alla prossima Conference League. Terze in coabitazione, muovono di poco la propria classifica ma regalano spettacolo Bologna (+17) e Juventus (-1), che pareggiano 3-3. E un’altra ormai a certa di partecipare all’Europa che conta è l’Atalanta (+5), vittoriosa per 0-2 sul campo del Lecce (+1), e che, di conseguenza, potrà concentrarsi sull’imminente finale di Europa League contro il Bayer Leverkusen degli invincibili.

A rimanere “a bocca asciutta” sarà quindi la Roma (+3), vittoriosa per 1-0 sul Genoa ma che parteciperà solo alla seconda competizione europea. Chi quasi certamente resterà fuori da tutte le competizioni è clamorosamente il Napoli (-35), che non va oltre il 2-2 sul campo della Fiorentina (+1), chiamata a conservare il posto Conference League, in attesa della finalissima contro l’Olympiacos.

Sassuolo retrocesso dopo 11 anni, Empoli fortemente a rischio

Nel confronto tra la classifica di Serie A attuale e passata, una delle squadre che ha fatto peggio è senza dubbio il Sassuolo (-16). I neroverdi perdono l’ennesima partita della stagione, per 0-2 nel delicato scontro diretto contro il Cagliari: così facendo, non solo consegnano, di fatto, la salvezza agli isolani, ma sprofondano in Serie B dopo 11 di permanenza in massima serie. A fargli compagnia, c’è già da settimane la Salernitana (-26), che perde 1-2 l’ennesima partita stagionale e regala la salvezza all’Hellas Verona (+6), riducendo ulteriormente questa lotta.

L’ultimo slot per la cadetteria è attualmente occupato dall’Empoli (-10). I toscani si illudono in pieno recupero di aver portato a casa lo scontro diretto contro l’Udinese (-12), ma alla fine i friulani agganciano quell’1-1 che potrebbe significare Serie A anche per la prossima stagione. Obiettivo salvezza che potrebbe centrare per la prima volta nella propria storia il Frosinone, che vince 0-1 a Monza (-7) ma che, nell’ultima giornata, se la vedrà proprio con l’Udinese in un vero e proprio scontro all’ultimo sangue. Ecco, nel dettaglio, la classifica di Serie A 2023-2024 dopo 37 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Confronto classifica Serie A 2023-2024 – 37^ giornata

  1. Inter 93 (+24) (CAMPIONE D’ITALIA)
  2. Milan 74 (+7) (CHAMPIONS LEAGUE)
  3. Bologna 68 (+17) (CHAMPIONS LEAGUE)
  4. Juventus 68 (-1) (CHAMPIONS LEAGUE)
  5. Atalanta 66 (+5)* (CHAMPIONS LEAGUE)
  6. Roma 63 (+3)
  7. Lazio 60 (-11)
  8. Fiorentina 54 (+1)*
  9. Torino 53 (0)
  10. Napoli 52 (-35)
  11. Monza 45 (-7)
  12. Genoa 46 (In Serie B)
  13. Lecce 37 (+1)
  14. Hellas Verona 37 (+6)
  15. Cagliari 36 (In Serie B)
  16. Frosinone 35 (In Serie B)
  17. Udinese 34 (-12)
  18. Empoli 33 (-10)
  19. Sassuolo 29 (-16) (RETROCESSO IN SERIE B)
  20. Salernitana 16 (-26) (RETROCESSA IN SERIE B)

* = una partita in meno

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui