Serie A, 6^ giornata: le decisioni del Giudice Sportivo

0
Serie A, 6^ giornata: le decisioni del Giudice Sportivo

All’indomani della 6^ giornata di Serie A il Giudice Sportivo ha emesso il proprio verdetto. L’unico calciatore espulso è stato Koffi Djidji del Torino, nel corso del match pareggiato sul campo del Venezia. Il difensore si è reso protagonista, in negativo, in occasione del fallo che ha causato il calcio di rigore dell’1-1 finale, realizzato dall’ex Mattia Aramu.

https://youtu.be/PuCNiRaiYNI

In questa circostanza, infatti, Djidji è stato ammonito per la seconda volta, lasciando i propri compagni in dieci contro undici. La squalifica per un turno, di conseguenza, impedirà al giocatore di prendere parte a uno degli appuntamenti più attesi della stagione: il derby della Mole contro la Juventus. Il match è in programma allo stadio Olimpico “Grande Torino” sabato 2 ottobre, alle ore 18:00.

I provvedimenti del Giudice Sportivo dopo la 6^ giornata di Serie A: Zaniolo “graziato”

Il sesto turno di campionato si è rivelato essere molto spettacolare, visti i 35 gol segnati sui vari campi. Allo stesso tempo, sono stati pochi gli altri provvedimenti decretati dal Giudice Sportivo. Infatti non risultano altre sanzioni verso giocatori, fatta eccezione per due casi. Il primo è quello di Rafael Toloi dell’Atalanta, ammonito e multato con 1.500 euro di ammenda per proteste reiterate nonostante fosse il capitano.

zaniolo-immobile Serie A, 6^ giornata: le decisioni del Giudice Sportivo

Il secondo caso, invece, riguarda Nicolò Zaniolo, multato con 10.000 euro per: “Avere, al termine della gara, uscendo dal terreno di giuoco, rivolto ai sostenitori della squadra avversaria un gesto di sfida e volgare”. Quanto fatto dal giovane attaccante romanista resta sicuramente un atteggiamento da condannare. Allo stesso tempo, tuttavia, José Mourinho sarà contento di poter contare su di lui nel prossimo impegno di campionato.

Nikolaou-spezia Serie A, 6^ giornata: le decisioni del Giudice Sportivo

Per quanto riguarda i diffidati, entrano in questa lista di giocatori a rischio Bryan CristanteDimitris Nikolau. I due tesserati di Roma e Spezia, infatti, hanno subito la quarta ammonizione stagionale. Di conseguenza, a partire dal match in trasferta dei liguri sul campo dell’Hellas Verona e dei giallorossi in casa contro l’Empoli, dovranno entrambi prestare ancora più attenzione alla condotta tenuta in campo.

Sanzioni alle società: ammende per Inter e Napoli

Le sanzioni monetarie hanno colpito anche alcune società: il Napoli, con 3.000 euro, e l’Inter, con 2.000 euro. L’utilizzo, da parte di uno dei supporters: “Di un fischietto che disturbava il regolare svolgimento della gara” è il motivo dell’ammenda inflitta alla società partenopea. I nerazzurri, invece, hanno subito la sanzione a causa di alcuni cori offensivi rivolti da una parte di tifosi a Gian Piero Gasperini, mister dell’Atalanta, durante il match dello scorso weekend.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui