Serie A 2023/24, la classifica a confronto dopo 22 giornate

0

La Serie A è giunta alla terza giornata del girone di ritorno, e la classifica con relativo confronto con la scorsa stagione subiscono ulteriori variazioni, tenendo conto dei match di settimana scorsa da recuperare. In vetta cambiano nuovamente le gerarchie, con l’Inter (+10), fresca vincitrice della Supercoppa Italiana, che batte 0-1 la Fiorentina (+10) e torna davanti alla Juventus (+9), fermata clamorosamente sull’1-1 dall’Empoli (-10). Il tutto in attesa dell’atteso scontro diretto di settimana prossima, cruciale per il prosieguo della stagione.

Al terzo posto non approfitta del mezzo passo falso bianconero il Milan (+5), fermato a propria volta sul 2-2 dal Bologna (+4), mentre al quarto posto, approfittando delle non vittorie delle dirette avversarie, ci va l’Atalanta (-5), vittoriosa per 2-0 sull’Udinese (-12). I nerazzurri, con una partita da recuperare, possono provare a consolidarsi in zona Champions League. Obiettivo, questo, ancora alla portata di Lazio (-5) e Napoli (-27), le quali, tuttavia, si annullano a vicenda con uno scialbo 0-0 allo stadio Olimpico.

Genoa e Monza tranquille, in tre terzultime

Nel confronto tra la classifica di Serie A attuale e passata, una delle squadre ad aver racimolato meno punti è anche la Roma (-6), che però nel posticipo del lunedì sera si impone per 1-2 sul campo della Salernitana (-9). I giallorossi salgono così al quinto posto e restano ancorati al treno europeo, e con loro ci rientra di gran carriera anche il Torino (+1), corsaro sul campo del Cagliari e vittorioso per 1-2.

Si stabilizzano a centro classifica, invece, Monza (-1) e Genoa. I brianzoli battono 1-0 il Sassuolo (-5), mentre i liguri si impongono per 2-1 sul Lecce (-3), ed entrambe confermano così di essere in ottima forma e non solo di poter raggiungere la salvezza agevolmente, ma anche di non disdegnare obiettivi più ambiziosi.

La permanenza in massima serie resta invece un discorso indecifrabile per diverse squadre. Dal Lecce all’Empoli ci sono sei squadre racchiuse in sei punti, e tra queste c’è l’Hellas Verona (+1), che viene fermato sull’1-1 dal Frosinone e non riesce ad approfittare dei passi falsi delle dirette avversarie. Ecco, nel dettaglio, la classifica di Serie A 2023-2024 dopo 22 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Confronto classifica Serie A 2023-2024 – 22^ giornata

  1. Inter 54 (+10)*
  2. Juventus 53 (+9)
  3. Milan 46 (+5)
  4. Atalanta 36 (-5)*
  5. Roma 35 (-6)
  6. Fiorentina 34 (+10)*
  7. Lazio 34 (-5)*
  8. Bologna 33 (+4)*
  9. Napoli 32 (-27)*
  10. Torino 31 (+1)*
  11. Monza 28 (-1)
  12. Genoa 28 (In Serie B)
  13. Frosinone 23 (In Serie B)
  14. Lecce 21 (-3)
  15. Sassuolo 19 (-5)*
  16. Hellas Verona 18 (+1)
  17. Udinese 18 (-12)
  18. Cagliari 18 (In Serie B)
  19. Empoli 17 (-10)
  20. Salernitana 12 (-9)

* = una partita in meno

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui