Serie A, la classifica a confronto dopo 18 giornate

0

A un turno di distanza dal termine del girone di andata, la classifica di Serie A non fa mancare importanti variazioni, attuali e col passato, ma allo stesso tempo senza particolari sconvolgimenti. Il Milan conferma la sua leadership e si avvicina al titolo di campione d’inverno dopo il successo sul Cagliari per 0-2. Gli uomini di Stefano Pioli, in virtù di questo risultato, salgono a +3 sull’Inter seconda e consolidano anche il trend assolutamente in attivo rispetto alla scorsa stagione, con ben 21 punti in più, e continuano a credere con crescente speranza allo Scudetto che manca da ben 10 stagioni. Saldo in attivo che, tuttavia, non riguarda solo i rossoneri.

Infatti, così come la settimana scorsa, migliorano il proprio score anche il Sassuolo e il Napoli. I neroverdi, dopo l’1-1 ottenuto allo scadere contro un Parma sornione nel derby emiliano, salgono a 30 punti in graduatoria, nonché +11 rispetto al 2019/2020. Nonostante la discontinuità di risultati, molto bene anche i campani dopo il tennistico 6-0 rifilato alla malcapitata Fiorentina. Insigne e compagni, giunti alla terza vittoria di fila, compresa la Coppa Italia, non solo riconquistano il terzo posto a pari merito con la Roma, sconfitta nel derby contro la Lazio per 3-0, ma vantano un importante +10 rispetto allo scorso anno. Nota di merito non secondaria anche per la Sampdoria di Claudio Ranieri, che con due vittorie nelle ultime tre partite, l’ultima quella in casa contro l’Udinese, è in attivo di 7 punti.  

Cagliari senza pace, Juventus, Parma e Torino smarrite, Lazio in lenta ripresa

Il Cagliari resta la squadra con la peggior differenza punti rispetto alla scorsa stagione, con -15. Situazione delicata in casa rossoblu, con i sardi giunti alla sesta sconfitta di fila e la zona retrocessione distante un solo punto. Non se la passa certo meglio, se non per la posizione in classifica, la Juventus, dopo la pesante sconfitta per 2-0 subita sul campo dell’Inter (-5). I bianconeri, pur avendo il match contro il Napoli da recuperare, in attesa della finale di Supercoppa italiana prevista per domani, tornano a -12 rispetto al 2019/2020, confermando un rendimento a dir poco altalenante.

Stesso passivo anche in casa Parma, ma con gli emiliani in netta ripresa mentale e fisica dopo il ritorno di Roberto D’Aversa in panchina, vista la quasi vittoria sul campo del Sassuolo. Ancora male il Torino, a -11 rispetto allo scorso anno e ancora in piena zona retrocessione dopo lo scialbo 0-0 contro uno Spezia in dieci uomini per quasi tutto il match. Male per il -9 ma bene per i risultati la Lazio, giunta alla terza vittoria di fila e a sole due lunghezze dalla zona Champions League. Il momento della verità per i biancocelesti arriverà in coincidenza proprio con gli impegni europei, ovvero gli ottavi di finale contro i campioni in carica del Bayern Monaco. Ecco, nel dettaglio, l’attuale classifica di Serie A 2020-2021 dopo 18 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Classifica Serie A 2020-2021 – 18^ giornata

  1. Milan 43 (+21)
  2. Inter 40 (-5)
  3. Napoli 34* (+10)
  4. Roma 34 (-1)
  5. Juventus 33* (-12)
  6. Atalanta 32* (-2)
  7. Lazio 31 (-9)
  8. Sassuolo 30 (+11)
  9. Hellas Verona 27 (+4)
  10. Sampdoria 23 (+7)
  11. Benevento 21 (In Serie B)
  12. Bologna 20 (-3)
  13. Spezia 18 (In Serie B)
  14. Fiorentina 18 (0)
  15. Udinese 16* (-5)
  16. Genoa 15 (+1)
  17. Cagliari 14 (-15)
  18. Torino 13 (-11)
  19. Parma 13 (-12)
  20. Crotone 12 (In Serie B)

*= una partita in meno

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui