Serie A femminile, giornata 12: si ricomincia!

0
Serie A femminile giornata 18

Dopo l’antipasto della Supercoppa italiana vinta dalla Juventus sulla Roma domenica scorsa, la Serie A femminile torna in campo con la giornata 12. Il turno disputatosi nel weekend del 13-14 gennaio è stato contraddistinto da due pesantissime vittorie in trasferta da parte di Sassuolo e Sampdoria. Entrambi di misura, i successi delle neroverdi sull’Inter e delle doriane sul Como vanno ad accorciare la zona centrale della classifica, dalla quale si allontana pericolosamente il Milan, ancora ko in casa delle bianconere. La capolista, invece, si riprende immediatamente dalla disfatta di una settimana fa e piazza un tris deciso al Pomigliano. Non si ferma neanche la Fiorentina, che liquida il Napoli in goleada.

Serie A femminile, giornata 12: si ricomincia!
La gioia delle giocatrici della Juventus per la vittoria della Supercoppa, la numero 4 della storia bianconera.

Questo è in estrema sintesi il succo della giornata 12 della Serie A femminile. Andiamo ad approfondire i singoli match col nostro resoconto.

Serie A femminile, giornata 12: festival di gol nel sabato

La giornata 12 del campionato femminile di Serie A si apre con gli impegni delle prime tre della classe. All’ora di pranzo, la Fiorentina apre il 2024 nella stessa maniera in cui aveva chiuso lo scorso anno. Ovvero sia con un trionfo roboante. A farne le spese questa volta è il fanalino di coda Napoli. Mattatrici assolute per le viola le solite note Catena e Boquete. Quest’ultima sblocca il risultato poco dopo la mezz’ora con un’azione individuale sulla sinistra conclusa con un tiro deviato sul primo palo. Le partenopee riescono a mantenere comunque viva la partita fin quasi l’ora di gioco. Poi però emergono le consuete fragilità difensive.

Al minuto 57′ Michela Catena raddoppia con un eccellente colpo di testa su cross di Erzen. Le ospiti accorciano la distanza al 72′ con un calcio di rigore trasformato da Del Estal. Le viola tornano allora ad accelerare e appena rimesso in gioco il pallone riportano a due i gol di vantaggio con un altro inserimento vincente dentro l’area, firmato da Longo su assist di Boquete. Le ospiti non ci stanno e si rifanno nuovamente sotto grazie alla straordinaria conclusione di Corelli, che si stampa all’incrocio dove Schroffenegger non può nulla. Solo al minuto 86 la Fiorentina riesce a chiudere definitivamente i giochi col chirurgico colpo di testa di Jóhannsdóttir, entrata dalla panchina.

Serie A femminile, giornata 12: si ricomincia!

La squadra di De la Fuente consolida sempre di più il terzo posto e si gode lo straordinario momento di forma del tandem Boquete-Catena. Nei massimi campionati europei, nessun’altra centrocampista, ad eccezione di Thiney, ha segnato più reti di loro.

Juventus e Roma in campo dopo la Supercoppa

Archiviati i festeggiamenti per la vittoria della Supercoppa, la Juventus scende in campo per affrontare il Milan. Al di là delle grandi difficoltà stagionali delle rossonere, questa è una partita che per la sua storia non va sottovalutata. E infatti le bianconere riescono a conquistare i 3 punti non senza sbavature e problemi. Le palle inattive e soprattutto la qualità individuale delle proprie giocatrici consentono alla Vecchia Signora di superare le troppe disattenzioni difensive. Al minuto 25′ Bonansea si trova al posto giusto al momento giusto, ribadendo in rete nei pressi dell’area piccola una respinta corta della difesa ospite sugli sviluppi di un corner. 

La Juventus non gestisce con tranquillità il vantaggio perché il Milan, soprattutto con la velocità di Laurent s’insinua con grande facilità nella retroguardia bianconera. E infatti, al 31′, l’ex di turno Stasková punisce Peyraud-Magnin con un piazzato ravvicinato su assist della francese. Il grande rammarico per le ragazze di Corti è quello di non essere riuscite a capitalizzare le diverse occasioni create, specialmente quelle clamorose capitate proprio sui piedi dell’attaccante ceca. Non soffre d’imprecisione, invece, Sofia Cantore, che con una gemma assoluta regala il successo alle sue. Una giocata che i colori bianconeri conoscono abbastanza bene: azione da sinistra, converge e lascia andare un precisissimo tiro a giro sul palo lontano.

Serie A femminile, giornata 12: si ricomincia!

La Roma raccoglie le ceneri di Cremona e si rialza da grandissima squadra. Al “Tre Fontane”, le giallorosse non falliscono e senza mai mettere in bilico la gara piazzano tre colpi ai danni del Pomigliano. La prima rete è sontuosa e porta la firma di Viens, che centra l’angolino con una bella conclusione dalla distanza. Le giallorosse portano un vero e proprio costante assedio dalle parti della porta campana ed entro la mezz’ora vanno ancora a segno con un perfetto inserimento di Feiersinger, che finalizza il cross di Di Guglielmo. Ancora dal limite arriva il terzo e ultimo squillo al 52′: a prendersi la gloria stavolta è Haavi, che fa giustizia del palo colpito a fine primo tempo.

Serie A femminile, giornata 12: Sassuolo e Samp inguaiano le lombarde

Il Milan non è l’unica squadra lombarda a uscire dalla giornata 12 di Serie A femminile con le ossa rotte. Nelle gare domenicali, sia il Como che l’Inter cadono in casa. Nella sfida delle 12.30, il Sassuolo espugna il fortino nerazzurro grazie alla fiondata di Beccari al minuto 27 sugli sviluppi di una ripartenza. La reazione della squadra di Guarino non si fa attendere e si rende pericolosa soprattutto nel secondo tempo. Tuttavia, gli sforzi offensivi vengono vanificati dall’imprecisione sotto porta di Jelčić, incappata in un pomeriggio decisamente no.

Serie A femminile, giornata 12: si ricomincia!

Stesso esito, ma trama diversa in quel di Como, dove la Samp centra il secondo successo di fila di misura. Le doriane legittimano una prima mezz’ora di assoluto dominio col gol di Schatzer al minuto 8, che a dispetto della giovanissima età va a segno con un movimento e un colpo di testa da attaccante navigata. Le padrone di casa giocano molto male e appaiono più volte disordinate e in sbandata totale. Solo le imperdonabili mancanze sotto porta in contropiede da parte delle ospiti evitano un passivo peggiore. Nella ripresa, le ragazze di Bruzzano si rendono finalmente vive, ma sulla strada tra loro e il pareggio si frappone una decisiva Tampieri a sbarrare la porta.

Dodicesima giornata: riassunto e classifica

Sabato 13 

Napoli-Fiorentina 2-4 [32′ Boquete (F), 57′ Catena (F), 72′ Del Estal (N), 73′ Longo (F), 80′ Corelli (N), 87′ Jóhannsdóttir (F)]

Juventus-Milan 2-1 [25′ Bonansea (J), 31′ Stasková (M), 52′ Cantore (J)]

Roma-Pomigliano 3-0 [12′ Viens, 29′ Feiersinger, 52′ Haavi]

Domenica 14

Inter-Sassuolo 0-1 [27′ Beccari]

Como-Sampdoria 0-1 [8′ Schatzer]

CLASSIFICA:

Roma 36

Juventus 30

Fiorentina 28

Inter 17

Como 15

Sassuolo 14

Sampdoria 14

Milan 10

Pomigliano 5

Napoli 2

Classifica marcatrici:

7 – Beerensteyn (Juventus), Catena, Boquete (Fiorentina);

6 – Viens (Roma);

5 – Girelli, Caruso (Juventus), Linari (Roma), Cambiaghi (Inter).

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui