Serie A femminile, giornata 23: Fiorentina guastafeste, Juve in Champions

0
Serie A femminile ultima giornata

Nella giornata 23 della Serie A femminile, la Roma frena in casa della Fiorentina e si ritrova a dover rimandare la festa Scudetto al prossimo turno. Rimanendo in tema del raggruppamento di vertice, la Juventus si rialza dalla sconfitta nello scontro diretto con le giallorosse e, a fatica, riesce ad avere la meglio sull’indomabile Sassuolo, assicurandosi la qualificazione alla prossima Champions League. Per quanto concerne la Poule salvezza, invece, ancora un Milan straordinario, che contro la Sampdoria fa en plein in questa post-season e centra il sesto successo consecutivo in campionato. Chiude il programma di questo weekend il pareggio nel derby campano tra Pomigliano e Napoli, che lascia inalterato lo status quo a livello di classifica delle due formazioni.

Andiamo a rivivere le emozioni di questa giornata 23 della Serie A femminile attraverso il nostro resoconto partita per partita.

Serie A femminile, giornata 23: di sabato vanno in scena gli incontri della Poule Scudetto

La giornata 23 della Serie A femminile si apre con la Juventus, che ospita tra le proprie mura l’incredibile Sassuolo di Piovani. La gara si preannuncia difficile per le bianconere e infatti per almeno un’ora la prestazione è assolutamente deficitaria e insufficiente. Le padrone di casa, nonostante il maggior predominio territoriale, non riescono mai a pungere, eccezion fatta per qualche sgasata individuale da parte di Cantore. Di tentativi che possano impensierire Durand, invece, nemmeno l’ombra. La Vecchia Signora è lenta, macchinosa e imprecisa, sia nella fase di prima costruzione sia quando si tratta di fare l’ultima scelta in attacco.

Dal canto loro, le emiliane si difendono con grande ordine e appena possono cercano di spaventare in contropiede, approfittando di qualche dormita (che non manca mai) delle ragazze di Beruatto e Zappella. Piovani crede nell’impresa e nella ripresa rinfoltisce il reparto avanzato inserendo Clelland. La scozzese si rivela subito decisiva perché al minuto 55 guida una transizione servendo un preciso pallone per Beccari, che approfitta della distrazione di Salvai e del ritardo di Boattin per controllare il pallone e imbucare all’angolino lontano.

La reazione delle bianconere non si fa attendere troppo ed è favorita anche da un Sassuolo che comincia a perdere un po’ le distanze e si allunga, concedendo spazi. La Juventus così cresce, anche sul piano della continuità e al 68′ riesce ad agguantare il pareggio. Ci pensa Boattin con una magistrale punizione che toglie le ragnatele dall’incrocio e lascia Durand immobile, dopo che pochi istanti prima era stata miracolosa su Girelli. La giocatrice veneta festeggia nel migliore dei modi il raggiungimento delle 200 presenze con la maglia della Vecchia Signora.

Serie A femminile, giornata 23: Fiorentina guastafeste, Juve in Champions

Subito il gol, le nero-verdi si schiacciano dietro senza più possibilità di ripartire. La Juve preme e anch’essa beneficia delle energie fresche dalla panchina. Nel finale è decisiva Nyström, che sugli sviluppi di un corner approfitta di una respinta corta della difesa e scarica tutta la propria rabbia per gonfiare la rete. Le bianconere conquistano 3 punti d’oro che assicurano loro matematicamente un posto nella prossima Champions League.

La Fiorentina rimanda la festa della Roma

In un solo pomeriggio la Fiorentina riesce ad arrestare temporaneamente la propria emorragia, dopo 3 sconfitte consecutive, e a rovinare i sogni della Roma di poter già festeggiare la vittoria del secondo Scudetto consecutivo. Al “Viola Park” non si va oltre lo 0-0, ma le emozioni non mancano assolutamente. Anzi, entrambe le squadre si impegnano al massimo e giocano una bella partita, vivace ed avvincente. Tuttavia, in fase conclusiva nessuna delle due riesce a far valere il giusto cinismo, sprecando occasioni anche piuttosto ghiotte. 

Serie A femminile, giornata 23: Fiorentina guastafeste, Juve in Champions

Dopo l’ottimo inizio viola, le giallorosse salgono in cattedra e macinano gioco con la loro straordinaria qualità. Dalle parti di Schroffenegger piovono in continuazione palloni pericolosi, ma le campionesse d’Italia proprio non riescono a centrare l’obiettivo. La Roma deve così posticipare il raggiungimento dell’aritmetica certezza del secondo Scudetto consecutivo, distante ormai solamente un punto. La Fiorentina, invece, smuove la propria situazione dopo una pessima prima metà di post-season. A differenza delle capitoline, le toscane devono faticare ancora un po’ per guadagnarsi un posto nella prossima Champions League. Chissà che questo pareggio non possa definitivamente scuoterle, perché il Sassuolo, seppure a 8 punti, rimane un pericolo incalzante.

Serie A femminile, giornata 23: domenica in Poule salvezza

Le gare domenicali della giornata 23 della Serie A femminile riguardano tutte il secondo raggruppamento del campionato. All’ora di pranzo, il Milan fa visita alla Sampdoria. Le liguri partono davvero forte, creando più di qualche apprensione dalle parti di Giuliani. Col passare del tempo, però, le rossonere crescono, al pari degli scricchiolii della retroguardia delle padrone di casa. Le ospiti cominciano ad affacciarsi pericolosamente nell’area avversaria, guidate dalla prorompenza tecnica e fisica di Dompig. È la stessa olandese a spianare la strada al vantaggio milanista proprio al tramonto della prima frazione. Azione di puro sfondamento negli ultimi 16 metri, saltato anche il portiere e appoggio di un comodissimo pallone che Dubcová deve solo spingere nella porta ormai rimasta vuota.

Anche l’avvio della ripresa è assolutamente scoppiettante. Nei primi 4 minuti, infatti, prima raddoppia il Milan, col colpo di testa di Ijeh che anticipa un’improvvida uscita di Tampieri. Poi, la Samp accorcia le distanze con la solita Della Peruta, autrice di un chirurgico diagonale di prima intenzione all’angolino, a conclusione di una perfetta ripartenza. Il punteggio in bilico induce entrambe le squadre a provarci, ma le doriane devono sempre fare i conti con le proprie lacune difensive. Le attaccanti ospiti riescono ad arrivare con irrisoria facilità davanti alla porta e dopo un’altra occasione sciupata da Asllani, Ijeh fa centro. Al minuto 80, l’olandese firma la doppietta personale trafiggendo sul primo palo a tu per tu Tampieri. 

Il Milan vince ancora, anzi sempre in questa seconda parte della stagione. Sconfitta pesante, ma assolutamente indolore per la Samp che invece conquista l’aritmetica certezza di poter prendere parte anche la prossima stagione al campionato di Serie A.

Il derby campano e dei bassifondi della classifica

Una grossa mano al raggiungimento della salvezza della Sampdoria arriva dal pareggio nel derby campano tra Napoli e Pomigliano, che chiude la giornata 23 della Serie A femminile. L’1-1 finale non altera lo status di queste due squadre, che continuano ad occupare la penultima e l’ultima posizione della classifica. Con le doriane salve, la lotta per non retrocedere è ormai affare esclusivo delle due uniche compagini del Sud del nostro campionato.

Venendo alla partita, nonostante i ritmi non altissimi, si mantiene una certa vivacità. Soprattutto a partire dalla fine del primo tempo, con le partenopee guidate dalle giocate di Banušić e le Pantere che vedono la punizione di Szymanowski stamparsi sul palo a Bačić battuta. Nella ripresa, arrivano finalmente i gol. Aprono le danze le ospiti al 52′ con la grande fuga di Arcangeli, che partendo dalla sinistra, s’invola verso la porta e batte l’estremo difensore croato in uscita con grande freddezza e precisione. Le padrone di casa rispondono poco dopo l’ora di gioco con un calcio piazzato. Esegue Banušić con una traiettoria che supera la barriera e s’infila in rete con la complicità di una Gavillet non irreprensibile.

Serie A femminile, giornata 23: Fiorentina guastafeste, Juve in Champions

Il ritrovato equilibrio infonde grande fiducia alle partenopee che vanno vicinissime al vantaggio in due occasioni clamorose. Né la svedese né Lazaro, però, riescono a centrare la porta. Nel finale, invece, le speranza del Pomigliano vengono stroncate ancora una volta dal palo, sempre con la scatenata Arcangeli, che chiude troppo la conclusione di destro trovando il secondo legno della partita. Si conclude così il derby campano che lascia inalterati i 6 punti di distacco tra le due squadre.

Ventitreesima giornata: riassunto e classifiche

POULE SCUDETTO

Juventus-Sassuolo 2-1 [55′ Beccari (S), 68′ Boattin (J), 80′ Nyström (J)]

Fiorentina-Roma 0-0

RIPOSA: Inter

  1. Roma 61
  2. Juventus 50
  3. Fiorentina 40
  4. Sassuolo 32
  5. Inter 30

POULE SALVEZZA

Sampdoria-Milan 1-3 [45′ Dubcová (M), 47′ e 80′ Ijeh (M), 49′ Della Peruta (S)]

Napoli-Pomigliano 1-1 [53′ Arcangeli (P), 62′ Banušić (N)]

RIPOSA: Como

  1. Milan 33
  2. Como 25
  3. Sampdoria 24
  4. Napoli 11
  5. Pomigliano 7

Classifica marcatrici:

10 – Girelli (Juventus);

9 – Giugliano (Roma);

8 – Boquete (Fiorentina), Thomas, Echegini (Juventus), Viens (Roma).

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui