Serie A femminile, giornata 24: la Roma è campione d’Italia

0
Serie A femminile ultima giornata

Il campionato volge ormai sempre più inesorabilmente al termine e dunque arrivano costanti i suoi inoppugnabili verdetti. Nella giornata 24 della Serie A femminile, la Roma, che non è neppure scesa in campo perché di riposo, festeggia il secondo Scudetto consecutivo. A incartare la sorpresa alle giallorosse ci pensa l’Inter, che con grande maturità mette di nuovo i bastoni tra le ruote alla Juventus, vincendo per 2-0 in casa delle bianconere. Nella Poule salvezza, finiscono in parità sia la sfida tra Sampdoria e Pomigliano sia quella tra Napoli e Como. In chiusura di questo entusiasmante turno, un altro pari, ma stavolta clamorosamente pirotecnico andato in scena tra Fiorentina e Sassuolo, con le neroverdi sotto addirittura 4-1 all’intervallo e poi autrici di una rimonta meravigliosa completata nei minuti di recupero.

Serie A femminile, giornata 24: la Roma è campione d'Italia

Andiamo allora a rivivere le emozioni di questa intensissima giornata 24 della Serie A femminile attraverso il nostro resoconto partita per partita.

Serie A femminile, giornata 24: l’Inter apparecchia lo Scudetto alla Roma

La giornata 24 della Serie A femminile inizia con l’anticipo del venerdì che vede in campo il Derby d’Italia. L’Inter si conferma un’avversaria scomoda per la Juventus, che si presenta all’incontro con una difesa rinnovata quasi in toto e con il rilancio dal primo minuto di Bonansea e della mattatrice dello scorso turno Nyström. La partita procede al ritmo dettato dallo spartito delle nerazzurre, che con grande pazienza e cinismo, soprattutto nel primo tempo, portano a casa una vittoria che, seppur non le rilancia ancora del tutto in ottica Champions, quanto meno rappresenta una fotografia di cosa può diventare questa squadra se trova un po’ di continuità.

Quanto alla Vecchia Signora, invece, un primo tempo da dimenticare e, in generale, una gara dove, a parte il furore degli ultimi minuti con gli innesti dell’artiglieria pesante con Beerensteyn e Thomas, non è riuscita a produrre una melodia armonica per far breccia nell’organizzatissima formazione dell’ex Guarino. Ed è così che le ospiti approfittano di due défaillance della retroguardia delle padrone di casa. La prima al minuto 19, con un recupero alto e un’azione lineare e concisa rifinita da Bonfantini e finalizzata da Polli, che con estrema freddezza spiazza Peyraud-Magnin. La seconda al 44′, stavolta favorita proprio dall’estremo difensore francese, apparsa troppo poco reattiva (forse coperta dalla selva di gambe davanti a lei) sulla conclusione di Bugeja

Serie A femminile, giornata 24: la Roma è campione d'Italia

Con la gara archiviata già nei primi 45 minuti, le nerazzurre gestiscono nella ripresa, provando a sfruttare qualche contropiede concesso da una Juventus molto sbilanciata e sfilacciata, ma senza successo. A poco servono la generosità di Girelli e i guizzi delle neoentrate, inclusa Echegini, piuttosto pimpante. L’Inter riesce così ad agganciare il Sassuolo a quota 33 punti, mentre le bianconere rimangono saldamente ancorate al secondo posto con ancora 9 lunghezze di vantaggio sulla Fiorentina.

Serie A femminile, giornata 24: il programma del sabato

La giornata 24 di Serie A femminile prosegue poi di sabato con le sfide del raggruppamento della salvezza, per poi concludersi con il duello del Centro-Italia tra Fiorentina e Sassuolo, in un lungo pomeriggio griffato dal segno X

Nel match dell’ora di pranzo, Sampdoria e Pomigliano conquistano un punto ciascuno che aiuta le doriane a superare le sconfitte degli ultimi due turni, mentre ridà un po’ di fiducia alle campane, al secondo risultato utile consecutivo. Le padrone di casa partono fortissimo e si ritrovano già davanti dopo 6 minuti grazie alla zampata di De Rita nell’area piccola su assistenza di Oliviero. La reazione delle Pantere è un po’ tardiva, ma estremamente efficace ed esteticamente meravigliosa. Al 40′, Szymanowski estrae dal cilindro una perla assoluta, superando Karresmaa con un pallonetto sotto la traversa da distanza siderale.

Serie A femminile, giornata 24: la Roma è campione d'Italia

La ripresa è decisamente più frizzante grazie ai tentativi ripetuti delle padrone di casa, che però non riescono a bucare Gavillet. I minuti finali vedono invece protagoniste le ospiti, ma anche in questo caso con occasioni velleitarie. La partita sembra dunque avviarsi verso un inesorabile pareggio. E così è, se non fosse che nel recupero entrambe le squadre si riaccendono improvvisamente. Al 91′, Baldi firma il secondo eurogol della sfida con un tiro dai 30 metri che s’insacca all’incrocio. Le Pantere però non demordono e all’ultimo respiro, sugli sviluppi di un corner sul quale salgono praticamente tutte le giocatrici, Karresmaa non è irresistibile nell’uscita. Ne approfitta Novellino, ex di turno, col tocco vincente sul secondo palo.

Non si va oltre l’1-1 tra Napoli e Como

Napoli e Como danno vita ad una partita per nulla noiosa che certifica il discreto momento delle due compagini, ma soprattutto mette ancora di più in risalto la qualità e la straordinaria forza di Marija Banusic. La numero 10 delle partenopee è l’assoluta protagonista, nonché dominatrice, della prima frazione di gioco. Sulla fascia destra fa letteralmente il vuoto, scherzando a piacimento la retroguardia lombarda. Tra un gol annullato per fuorigioco e qualche chance sciupata per mancanza di cattiveria, la svedese non riesce però a lasciare immediatamente il segno. Anzi, dopo non esser quasi mai riuscite ad affacciarsi davanti, sono le ospiti a passare incredibilmente in vantaggio sul tramonto del tempo. Al minuto 43, Monnecchi è costretta a lasciare il campo, al suo posto entra Martinovic. Al primo pallone toccato, l’attaccante romana va a segno al centro dell’area sfruttando il cross di Skorvánková, sfrecciata via sulla destra.

Lo svantaggio frena un po’ l’entusiasmo delle padrone di casa, che nella ripresa si schiacciano, lasciando troppa iniziativa al Como. Fino a quando, però, la giocatrice svedese non riprende per mano la squadra. Al minuto 79, il Napoli costruisce una bella azione in velocità che libera Del Estal per andare sul fondo e servire un traversone dentro l’area. Sul secondo palo, Banusic si coordina e con una magnifica conclusione volante mancina di prima intenzione firma il pareggio a meritatissimo premio di una prestazione individuale sublime

Serie A femminile, giornata 24: la Roma è campione d'Italia

Serie A femminile, giornata 24: lo spettacolo di Fiorentina-Sassuolo

Chiude la giornata 24 della Serie A femminile una delle partite più folli e sicuramente più ricche e belle di questa stagione. Una gara che nel suo splendore fotografa le difficoltà della Fiorentina in questa post-season (2 pareggi e 3 sconfitte in 5 partite) ed esalta il cuore immenso del Sassuolo, squadra indomabile che con personalità e un pizzico d’incoscienza va a dare grattacapi alle big del campionato.

Eppure il primo tempo delle viola è di quelli dei tempi migliori, una squadra feroce e implacabile, che ritrova la vena realizzativa di Janogy, autrice di una doppietta, e di Hammarlund, con Severini a servire il poker in 43 minuti. Anche in questo frangente non mancano colpi straordinari, come quello che apre le danze della svedese, un sinistro a giro sul palo lontano imparabile. Una prodezza ripetuta quasi specularmente dall’altra parte, quando Prugna beffa Schroffenegger con una conclusione velenosa per il momentaneo pareggio neroverde alla mezz’ora. 

La reazione emiliana si limita agli ultimi 15 minuti, ma è assolutamente letale. Guida la rincorsa l’eterna Sabatino con un bolide su un’assistenza cioccolatino di Kullashi. All’81’ le padrone di casa cadono vittima di un clamoroso blackout, che porta Missipo a rubar palla a Breitner e a freddare l’estremo difensore viola per la seconda volta in appena 5 minuti. Nel recupero, il miracolo è completato dalla neoentrata Sciabica, che sul secondo palo raccoglie un lungo traversone che attraversa tutta l’area e con poca potenza, ma precisione chirurgica, infila la palla all’angolino, mandando all’aria la gioia viola e in estasi la squadra emiliana.

Serie A femminile, giornata 24: la Roma è campione d'Italia

Ventiquattresima giornata: riassunto e classifiche

POULE SCUDETTO

Juventus-Inter 0-2 [19′ Polli, 44′ Bugeja]

Fiorentina-Sassuolo 4-4 [18′ e 35′ Janogy (F), 30′ Prugna (S), 32′ Hammarlund (F), 43′ Severini (F), 77′ Sabatino (S), 82′ Missipo (S), 90+1′ Sciabica (S)]

RIPOSA: Roma

  1. Roma 61 (Campione d’Italia)
  2. Juventus 50 (Champions League)
  3. Fiorentina 41
  4. Sassuolo 33
  5. Inter 33

POULE SALVEZZA

Sampdoria-Pomigliano 2-2 [6′ De Rita (S), 40′ Szymanowski (P), 90+1′ Baldi (S), 90+4′ Novellino (P)]

Napoli-Como 1-1 [45′ Martinovic (C), 79′ Banusic (N)]

RIPOSA: Milan

  1. Milan 33
  2. Como 26
  3. Sampdoria 25
  4. Napoli 12
  5. Pomigliano 8

Classifica marcatrici:

10 – Girelli (Juventus);

9 – Giugliano (Roma);

8 – Boquete (Fiorentina), Echegini, Thomas (Juventus), Viens (Roma).

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui