Serie A femminile, ultima giornata: si chiude il campionato!

0
Serie A femminile, ultima giornata: si chiude il campionato!

Nel weekend del 18 e 19 maggio va in scena l’ultima giornata del campionato di Serie A femminile, con tanti e bei gol e altrettante emozioni. Con tutti i verdetti già chiusi nello scorso turno, le squadre fanno il possibile per finire al meglio la stagione, anche se sono le solite note a fare bella figura. A cominciare dal Milan, che conclude come regina indiscussa della Poule salvezza, imbattuta e trionfante nell’atto finale contro la Sampdoria. Vince e non senza fatiche anche la Juventus sul difficilissimo campo del Sassuolo, che vende cara la pelle in una gara combattuta. Travolgente, invece, la Roma che, nell’anticipazione della finale di Coppa Italia di settimana prossima, disintegra la Fiorentina, infliggendole una pesantissima manita. Scatto d’orgoglio, infine, per il Pomigliano, che, già retrocesso, si toglie la soddisfazione di far suo il derby campano col Napoli.

Andiamo a rivivere le emozioni di questa ultima giornata della Serie A femminile attraverso il nostro resoconto partita per partita.

Serie A femminile, l’ultima giornata: il programma del sabato

L’ultima giornata della Serie A femminile prende avvio con l’appuntamento del primo pomeriggio che vede coinvolte Juventus e Sassuolo. Una partita vera, tosta, equilibrata fino alla fine tra due compagini particolarmente prolifiche offensivamente. Le bianconere provano a impostare il proprio ritmo manovrato e paziente contro le neroverdi, che invece sono maestre nel gioco verticale per innescare la straordinaria qualità del terzetto avanzato. A rompere gli indugi è comunque la Vecchia Signora, grazie ad un’accelerazione di Bonansea, che spacca il centrocampo delle padrone di casa e mette Echegini in condizioni di battere a rete, beffando Durand sul primo palo. Nemmeno il tempo di esultare ed ecco che la formazione di Zappella trova il raddoppio poco dopo la mezz’ora. Stavolta, è la nigeriana a rifinire staccandosi dai blocchi e assistendo l’inserimento di Caruso, che incrocia alla grande sul palo lontano.

Juventus-W Serie A femminile, ultima giornata: si chiude il campionato!

Verso la fine del primo tempo, il Sassuolo comincia a carburare e Peyraud-Magnin deve farsi trovare pronta per conservare il doppio vantaggio all’intervallo. Nella ripresa, le emiliane proseguono su questa falsa riga e vengono premiate col gol della neoentrata Kullashi, che al primo pallone toccato finalizza un contropiede perfetto condotto sulla destra da Mihelic. La rete infonde entusiasmo alle ragazze di Piovani, che cominciano a giocare senza remore e a spaventare più volte le bianconere. L’asse della gara viene quindi completamente ribaltato, fino a quando, al 74′, Girelli riceve il primo pallone decente dentro l’area. L’attaccante fa ottimo uso dell’assist, superando Durand per la terza volta con un preciso colpo di testa.

Anche in questo caso, lo schiaffo subito non smorza la voglia del Sassuolo, che anzi riprende ad attaccare. Al minuto 80, le padrone di casa sfondano ancora sulla destra con un’incursione di Filangeri. Giunta in area, la capitana subisce il recupero falloso di Cascarino, determinando un penalty. Dal dischetto, l’ex Zamanian fredda Peyraud-Magnin, che non riesce nemmeno ad abbozzare il tuffo.

Zamanian Serie A femminile, ultima giornata: si chiude il campionato!

Dopo un finale concitato e anche piuttosto nervoso, le bianconere riescono a conservare il gol di vantaggio, chiudendo al meglio la stagione.

Sorriso del Milan con abbraccio a Fusetti

Il Milan non delude nemmeno nell’ultima giornata, concludendo senza neanche una sconfitta la seconda fase del campionato di Serie A femminile. L’ultima vittima è la Sampdoria, piegata dall’incredibile fame delle rossonere, devastanti nel primo tempo. Mattatrice assoluta è Kosovare Asllani, che in 20 minuti firma una doppietta con due reti praticamente fotocopia e da vero numero 9. Inserimento senza palla e occupazione perfetta del centro dell’area di rigore, dove colpisce prima di destro e poi col sinistro. 

Se le blucerchiate riescono quantomeno a rimanere in partita nonostante l’irrisoria facilità con la quale le padrone di casa penetrano negli ultimi 16 metri, il merito è tutto di Tampieri, che in più occasioni si supera con interventi determinanti. Al tempo stesso, finalmente bussano qualche colpo dalle parti della porta milanista, ben presidiata però da Babb. Poco può però l’estremo difensore olandese contro il calibrato colpo di testa di Re al 74′, che c’entra la porta con una palombella che s’insacca sotto la traversa. Nel finale, il Milan prima rischia di gettare all’area quanto costruito fino a quel momento, salvandosi con un’altra parata di Babb. Poi, nel recupero, vola in contropiede chiudendo definitivamente i conti con Marinelli.

Dopo il triplice fischio, hanno inizio le celebrazioni per Laura Fusetti, giunta alla sua ultima partita in carriera. Omaggiata dalle compagne di squadra al momento della sua sostituzione, la trentatreenne di Segrate passa il testimone (e la maglia numero 6) alla giovane Sorelli, che dalla prossima stagione sarà aggregata dalla Primavera alla prima squadra.

Fusetti Serie A femminile, ultima giornata: si chiude il campionato!

Serie A femminile, l’ultima giornata: valanghe di gol anche nelle gare della domenica

L’ultima giornata della Serie A femminile ci riserva il derby campano all’ora di pranzo. Una sfida ininfluente ai fini della classifica tra Pomigliano e Napoli, con le Pantere già retrocesse e le partenopee che invece si giocheranno la permanenza nel massimo campionato nello spareggio con la seconda della cadetteria. Nonostante queste premesse, entrambe regalano comunque una partita vivace, merito soprattutto delle padrone di casa che con grande orgoglio regalano una vittoria ai propri tifosi.

Il buon inizio della squadra di Carannante, che colpisce anche una traversa con Rabot, viene immediatamente frustrato al minuto 9. Lázaro punta la difesa e sfrutta lo spazio concessole per convergere e lasciar partire una conclusione mancina su cui Gavillet nulla può. Questo non rimane l’unico squillo delle ragazze di Seno nel primo tempo, ma proprio al tramonto dello stesso si accende Zhanna Ferrario, che trova il pareggio con un meraviglioso destro, potente e preciso, che s’incastona all’incrocio.

Ferrario Serie A femminile, ultima giornata: si chiude il campionato!

Prima che la numero 28 trovi la doppietta personale, il Pomigliano si porta avanti con la neoentrata Manca al minuto 60, puntuale nel raccogliere il cross di una scatenata Battistini sulla fascia destra.

Appena 180 secondi dopo, ecco il colpo del definitivo 3-1. Stavolta la giocatrice classe ’93 è fortunata in un rimpallo dentro l’area, ma comunque bravissima a incrociare la conclusione, sfruttando la spizzata del palo interno. Le Pantere trovano così il secondo successo del loro campionato e beffardamente chiudono all’ultimo posto ad un solo punto di distanza proprio dalle cugine napoletane.

La festa della Roma nell’ultima giornata della Serie A femminile

Dulcis in fundo, l’ultima giornata della Serie A femminile è anche passerella per le campionesse d’Italia in carica. La Roma celebra ufficialmente il secondo Scudetto consecutivo con la consegna del trofeo e delle medaglie, al termine di un roboante 5-0 rifilato ad un’inerme Fiorentina.

Roma-F-1 Serie A femminile, ultima giornata: si chiude il campionato!

La squadra di Spugna preme sull’acceleratore per tutta la partita e, al netto di qualche disattenzione nella gestione del pallone dal basso, macina gioco su gioco. Il dominio si concretizza già nel primo tempo, ma bisogna aspettare ben oltre la mezz’ora per sbloccare il punteggio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Minami svetta più in alto di tutte e supera una Baldi fino a quel momento impeccabile. Nella ripresa, invece, le giallorosse si scatenano, con Viens e Giacinti che competono in casa per prendersi la corona della classifica marcatrici.

Prima che le due attaccanti salgano in cattedra, Troelsgaard firma il raddoppio con una giocata strepitosa dentro l’area. Piroetta per mandare a vuoto due difensori viola e destro chirurgico. La centravanti della nostra Nazionale segna invece una doppietta da grande rapace d’area. Il primo gol da terra, dopo respinta di Baldi su una sua conclusione precedente. Il secondo con una conclusione di prima all’altezza del dischetto.

Giacinti Serie A femminile, ultima giornata: si chiude il campionato!

Il colpo del definitivo k.o. arriva infine dalla canadese, che dopo aver assistito la rete del 4-0, si prende la gloria personale bruciando il portiere ospite con un violento tiro sul primo palo su suggerimento verticale di Feiersinger. Quest’ultima rete basta all’ex Kristianstads per staccare la compagna di squadra e laurearsi capocannoniere del campionato.

Roma e Fiorentina non chiudono però qui la loro stagione. Venerdì 24, infatti, si ritroveranno nuovamente contro per contendersi la Coppa Italia.

Ultima giornata: riassunto e classifiche

POULE SCUDETTO

Sassuolo-Juventus 2-3 [30′ Echegini (J), 34′ Caruso (J), 61′ Kullashi (S), 74′ Girelli (J), 81′ Zamanian (S)]

Roma-Fiorentina 5-0 [36′ Minami, 52′ Troelsgaard, 58′ e 80′ Giacinti, 84′ Viens]

RIPOSA: Inter

  1. Roma 70 (Campione d’Italia)
  2. Juventus 59 (Champions League)
  3. Fiorentina 42 (Champions League)
  4. Sassuolo 36
  5. Inter 34

POULE SALVEZZA

Milan-Sampdoria 3-1 [4′ e 21′ Asllani (M), 74′ Re (S), 90+4′ Marinelli (M)]

Pomigliano-Napoli 3-1 [9′ Lázaro (N), 43′ e 63′ Ferrario (P), 60′ Manca (P)]

RIPOSA: Como

  1. Milan 41
  2. Como 32
  3. Sampdoria 28
  4. Napoli 13 (Playout)
  5. Pomigliano 12 (Retrocesso in Serie B)

Classifica marcatrici:

13 – Viens (Roma);

12 – Giacinti (Roma);

11 – Girelli (Juventus).

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui