Serie A, giornata 21: pro e contro con molti scontri salvezza

0

Il campionato non si ferma e continua a mostrare un percorso davvro molto intrigante. La giornata 21 di Serie A mostra pro e contro “discutibili”, più che altro a causa di un palinsesto molto magro. Ben otto squadre non sono scese in campo per via degli impegni di Supercoppa che hanno causato l’assenza di Fiorentina, Inter, Lazio e Napoli. Si sono così disputate soltanto sei partite, quanto basta per non annoiarsi.

Serie A: pro e contro della giornata 21

Il fine settimana che ha messo in mostra le gare della giornata 21 è stato molto breve, dato che a scendere in campo ci sono stati soltanto dodici club. Tre “big”, ovvero Juventus, Milan e Roma, tutte capaci di vincere. Diversi invece gli scontri diretti, con l’Empoli che ha annientato il Monza e il Frosinone che è tornato a sorridere.

Periodo buio per Salernitana, Hellas Verona e Cagliari, sempre in lotta per non cadere. La classifica evidenzia così un quadro preciso, seppur provvisorio.

I pro

Tra i lati positivi di giornata compare l’incredibile sfida tra Udinese e Milan. Un confronto che si è subito acceso con il gol del momentaneo vantaggio, al minuto 31, di Loftus-Cheek. Sfida immediatamente riacciuffata dai padroni di casa grazie alla rete di Samardzic 11 minuti dopo, l’uomo più “cercato” sul mercato. Si va all’intervallo sull’1-1, con la ripresa ancora più scoppiettamente. Dopo poco più di un’ora di gioco Thauvin mette la freccia e quando tutto sembrava in stallo, Jovic – da subentrato – entra e segna. Extra time provvidenziale per i rossoneri che rimettono la testa avanti con Okafor.

Serie A, giornata 21: pro e contro con molti scontri salvezza

Match al cardiopalma concluso 2-3. Unica nota negativa i cori razzisti a discapito di Maignan.

I contro

Per la giornata 21 non c’è una vera e propria sfida “noiosa”. Ci si sofferma così sulla gara forse meno combattuta, quella tra Lecce e Juventus. I bianconeri continuano a brillare, aprendo e chiudendo le danze nella ripresa. Prima Vlahovic, poi ancora il serbo. Nei minuti finali basta il gol di Bremer per mettere la “ciliegina sulla torta”.

Serie A, giornata 21: pro e contro con molti scontri salvezza

Un netto 0-3 che permette alla Vecchia Signora di prendersi, provvisoriamente, la vetta della classifica.

Pro e contro giornata 21: menzioni d’onore e conclusioni

Si chiude così una giornata ricca di emozioni, nonostante le poche gare disputate. Benissimo il nuovo Empoli di Nicola che annienta per 3-0 il Monza, grazie alla tripletta di Zurkowski, ultimo arrivo di mercato. I toscani riusciranno a salvarsi?

Intanto la Serie A non vuole smettere di stupire.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui