Serie A, giornata 30: pro e contro tra big match e scontri diretti

0

Alcune squadre si dimostrano in ottima forma, altre continuano a vagare nel buio. Per la giornata 30 di Serie A i pro e contro si dimostrano ben definiti: la Juventus registra un altro match senza segnare, stessa cosa la Roma che pareggia con il Lecce. Gli scontri diretti portano un punto a testa, bene invece il Milan che abbatte la Fiorentina in casa. Quasi non fa più notizia il successo dell’Inter. Effervescente l’Atalanta, che annienta completamente il Napoli al Maradona.

Serie A: pro e contro della giornata 30

La classifica è ormai delineata, visto che l’Inter viaggia a pieno regime e punta al record dei 102 punti della Vecchia Signora. Il Milan conferma il secondo posto, traballa invece la Juventus che ha solo 2 lunghezze di vantaggio su un Bologna strepitoso. La lotta all’Europa è più che aperta ed ogni sfida si rivela interessante.

Ai piani bassi i tanti scontri diretti non hanno smosso la situazione. La Salernitana è ultima a 14 punti, Sassuolo e Udinese hanno pareggiato, proprio come Hellas Verona e Cagliari, entrambe con il risultato di 1-1. Un punto anche per il Lecce contro la Roma, a secco l’Empoli in casa dell’Inter. Il Frosinone riesce a strappare un punto al Genoa, ormai salvo.

I pro

Il lato positivo di questa giornata lo si evidenzia con Fiorentina-Milan. Una gara vivace e che non ha deluso le aspettative. Il primo tempo è stato quasi di studio, mentre la ripresa ha regalato ben tre reti, tutte in una manciata di minuti. Prima Loftus-Cheek al minuto 47 per siglare il vantaggio dei rossoneri, poi il pareggio di Duncan al 50esimo e al 53esimo ancora il vantaggio del Milan, con il sigillo di Leao. Una sfida vivacissima che è rimasta aperto fino all’ultimo, sorridendo però agli ospiti.

Termina 1-2 con l’amaro in bocca per la Viola, che non riesce a sfruttare il passo falso del Napoli.

Serie A, giornata 30: pro e contro tra big match e scontri diretti

I contro

Tra gli aspetti negativi compare l’unica gara senza gol, ovvero Lecce-Roma. I salentini devono puntare alla salvezza, i capitolini a raggiungere le prime 4 posizioni. I propositi del match hanno visto la squadra di casa cercare più volte il vantaggio, ottenendo soltanto qualche buona azione. Un po’ più spenti i ragazzi di Daniele De Rossi, che non sono riusciti a ferire l’avversario.

Uno 0-0 che muove di pochissimo la classifica, ma che risulta un pareggio prezioso per il Lecce.

Serie A, giornata 30: pro e contro tra big match e scontri diretti

Pro e contro giornata 30: menzioni d’onore e conclusioni

Prima di concludere e lasciare spazio alle ultime giornate in programma, è giusto menzionare – ancora una volta – un Bologna sorprendente e commovente. Nettissimo il successo contro la Salernitana (per 3-0) che proietta gli emiliani a -2 dal terzo posto e con la quarta posizione ben salda.

La Serie A volge al termine, ma molte battaglie sono ancora da mettere in atto.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui