Serie A, giornata 32: pro e contro con il weekend dei pareggi

0

Ben sette pareggi su nove gare, con la decima (Udinese-Roma) interrota per un malore di N’Dicka. Ecco allora che i pro e contro della giornata 32 di Serie A assumono una rilevanza particolare, visto che tutte le big hanno trovato un punto, eccezion fatta per la Lazio. Successo pure per il Lecce, con appena due gare finite senza reti. Insomma un fine settimana che ha sicuramente regalato emozioni – positive e non – e che ha lasciato invariata la situazione in zona retrocessione.

Serie A: pro e contro della giornata 32

La classifica appare delineata giusto per qualche aspetto, ovvero la vittoria dello scudetto dell’Inter – a +14 sulla seconda – e la retrocessione della Salernitana che, con 15 punti, dovrebbe compiere un miracolo sportivo. Certe anche della salvezza alcune squadre di metà classifica. Rallentano il passo Milan, Atalanta, Fiorentina e Juventus, mentre nello scontro diretto tra Lecce ed Empoli, riescono a sorridere i salentini.

Gara sospesa a pochi minuti dalla fine quella tra Udinese e Roma, per via di un malore accusato da N’Dicka, con le due compagini e l’arbitro che hanno fatto la scelta più giusta.

I pro

Tra i lati positivi di giornata compare il match con più gol registrati, ovvero Sassuolo-Milan. Negli ultimi anni i neroverdi sono stati letali contro i rossoneri e, anche in questa occasione, non è pesata l’assenza di Berardi. La partita si apre subito con la rete, dopo 4 minuti, di Pinamonti. Al decimo minuto arriva il raddoppio di Laurienté che mette la sfida in discesa. Ci pensa Leao, al 20esimo minuto di gioco, a riaprire le danze e a vivacizzare la partita. L’intervallo si conclude così, ma anche la ripresa non delude le aspettative. Ancora Laurienté che sigla il 3-1, ma i ragazzi di Pioli non si perdono d’animo e trovano prima il 3-2 con Jovic e poi il sigillo di Okafor. Confronto acceso fino all’ultimo minuto.

Termitana 3-3, è stata una sfida con tanti errori tecnici, con un punto che non smuove le due compagini.

Serie A, giornata 32: pro e contro con il weekend dei pareggi

I contro

Tra i lati negativi di giornata si evidenzia il Derby della Mole, ovvero Torino-Juventus. Una gara da cui ci si attendeva di più e che invece è risultata bloccata, anche per colpa delle tante sbavature in fase offensiva. La Vecchia Signora si divora un gol con Vlahovic, stampando sul palo sia il pallone che la vittoria.

Uno 0-0 che fotografa l’andamento dei due club.

Serie A, giornata 32: pro e contro con il weekend dei pareggi

Pro e contro giornata 32: menzioni d’onore e conclusioni

Prima di giungere alle conclusioni, è doveroso soffermarsi sul commovente Cagliari, capace di strappare un punto all’Inter e uscire a testa dal confronto. I sardi hanno vinto in rimonta anche contro l’Atalanta e puntano con tutte loro forze alla salvezza. Scopriremo, poco alla volta, ci riserveà questa Serie A.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui