Serie A, la classifica a confronto dopo 24 giornate

0

Dopo la pausa per le Nazionali torna la Serie A, ed è un inizio a dir poco scoppiettante, che riaccende la classifica e il confronto con la scorsa stagione. In particolare il big match di giornata se lo aggiudica il Milan, che batte in rimonta 1-2 l’Inter con una doppietta di uno scatenato Olivier Giroud, e riapre i giochi per lo Scudetto, avvicinandoli a una sola lunghezza. Stesso score per il Napoli (+9), che ritrova Victor Osimehn, autore del gol del vantaggio azzurro, ed espugna Venezia per 0-2. Con l’incrocio tra partenopei e nerazzurri, in evidente confusione più psicologica che fisica, previsto per il prossimo weekend, c’è da credere che la graduatoria possa subire un incredibile capovolgimento.

Un dato interessante che emerge dalla giornata appena terminata è che le due squadre col miglior rendimento rispetto allo scorso campionato hanno entrambe perso la rispettiva partita. In particolare risulta molto pesante quella della Fiorentina (+11), reduce dallo 0-3 casalingo contro la Lazio (-4), nello scontro diretto per un posto in Europa. Sconfitta rocambolesca e in extremis anche per il Torino (+9) sul campo dell’Udinese (-1), capace di realizzare due reti dopo il 90° minuto. Due stop che sembrano estromettere entrambe le compagini da ogni velleità di piazzamento europeo.

Juventus al quarto posto, Cagliari fuori dalla zona retrocessione

Rispetto allo scorso turno, ci sono altre due importanti notizie per quanto riguarda la classifica di Serie A e il confronto con quella del 2020-2021. In primis la pesante sconfitta dell’Atalanta (-3), per 1-2, in casa contro il Cagliari (+2), che risulta essere decisivo sia per la zona retrocessione che per un piazzamento nella prossima Champions League. I sardi, infatti, salgono al quartultimo posto, scalzando proprio il Venezia, mentre i bergamaschi, che devono sempre recuperare una partita, lasciano il quarto posto alla Juventus (-4).

Serie A, la classifica a confronto dopo 24 giornate

I bianconeri festeggiano con un 2-0 contro l’Hellas Verona (-2) l’arrivo di Dusan Vlahovic e Denis Zakaria, entrambi a segno al debutto. L’obiettivo minimo è momentaneamente raggiunto, ma con questa squadra, con questo entusiasmo, e con la vetta distante otto lunghezze, è più che lecito coltivare sogni di gloria. A centro classifica, invece, lo 0-0 tra Bologna ed Empoli non muta particolarmente la situazione di entrambe le squadre. Decisamente più scoppiettante un match chiave per la lotta per la salvezza, tra due compagini con diversi punti di ritardo rispetto all’anno scorso.

La Sampdoria (-7), infatti, travolge il Sassuolo (-6) con un pesante 4-0, con i nuovi arrivati Andrea Conti e Stefano Sensi subito decisivi. Un risultato che permette ai blucerchiati di respirare, allontanando il terzultimo posto di cinque lunghezze. Chi invece continua a restare in piena “zona rossa” sono Salernitana, fermata 2-2 dallo Spezia (+1), e il Genoa, la squadra col peggior score in campionato, ovvero 12 punti in meno. Il tutto nonostante il prezioso punto ottenuto a Roma (-5), con i giallorossi che recriminano per alcuni discutibili provvedimenti arbitrali. Ecco, nel dettaglio, l’attuale classifica di Serie A 2021-2022 dopo 24 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Confronto classifica Serie A 2021-2022 – 24^ giornata

  1. Inter 53 (-3)*
  2. Napoli 52 (+9)
  3. Milan 52 (0)
  4. Juventus 45 (-4)
  5. Atalanta 43 (-3)*
  6. Lazio 39 (-4)
  7. Roma 39 (-5)
  8. Fiorentina 36 (+11)*
  9. Hellas Verona 33 (-2)
  10. Torino 32 (+9)*
  11. Empoli 30 (In Serie B)
  12. Sassuolo 29 (-6)
  13. Bologna 28 (0)*
  14. Udinese 27 (-1)*
  15. Spezia 26 (+1)
  16. Sampdoria 23 (-7)
  17. Cagliari 20 (+2)
  18. Venezia 18 (In Serie B)*
  19. Genoa 14 (-12)
  20. Salernitana 11 (In Serie B)**

*= una partita in meno

**= una partita in meno e -1 di penalità dopo il 3-0 a tavolino contro l’Udinese deciso dal Giudice Sportivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui