Serie B, giornata 31: frena la capolista, Genoa a -4

0

Si riapre la corsa al primo posto: nella giornata 31 di Serie B il Frosinone pareggia a Perugia e consente al Genoa di accorciare le distanze. Ora sono quattro i punti che separano le due squadre. Il Bari vince e torna al terzo posto, superando il Südtirol che ottiene un buon pareggio a Cagliari. Prosegue la risalita del Cosenza che avvicina la zona salvezza, si fa dura per il Brescia.

Serie B, giornata 31: Perugia-Frosinone 1-1, Cagliari-Südtirol 1-1, Genoa-Reggina 1-0, Modena-Cittadella 0-0

Il Frosinone rallenta ancora, mancando la vittoria per la terza gara consecutiva: è 1-1 a Perugia. Vantaggio degli umbri al 62’ con Casasola che colpisce di testa e risolve un’azione confusa, pareggia Mulattieri al 77’ con un destro preciso in area. Finisce con lo stesso risultato anche la sfida tra Cagliari e Südtirol, che allungano le rispettive serie positive: i sardi non perdono da otto partite, per i bolzanini è il 12° risultato utile di fila. Vantaggio dei rossoblù al 30’ con una zampata di Lapadula, pareggia Larrivey all’87’ su rigore.

La frenata della capolista favorisce il Genoa, che non perde da otto partite e ottiene la quarta vittoria consecutiva battendo 1-0 una Reggina sempre più in crisi: ottava sconfitta nelle ultime nove partite. Decisivo il gol di Coda al 36’ con un gran diagonale. I calabresi rischiano di uscire dalla zona playoff, obiettivo che il Modena non riesce ad avvicinare nel posticipo di giornata pareggiando 0-0 in casa contro il Cittadella. Quinta gara di fila senza vittorie per i veneti.

Bari-Benevento 2-0, Parma-Palermo 2-1, Ascoli-Brescia 4-3

Il Bari torna a vincere dopo due partite a secco battendo 2-0 il Benevento, che non vince da sei partite e resta in zona retrocessione. Vantaggio di Antenucci al 54’ su calcio di rigore, raddoppia Folorunsho al 71’ con una punizione deviata. I sanniti chiudono la gara in nove uomini per le espulsioni di Acampora al 39’ e Viviani al 69’. I pugliesi restano a sei punti dalla promozione diretta e scavalcano nuovamente il Südtirol.

Anche il Parma torna al successo dopo due gare battendo 2-1 il Palermo, che si ferma dopo sei risultati utili di fila e viene superato in classifica proprio dai ducali. Vantaggio dei gialloblù al 32’ con una girata al volo di Benedyczak in area, pareggia Soleri al 41’ con un tap-in a porta vuota dopo una respinta di Buffon. Coulibaly segna il gol decisivo al 77’ con una ribattuta dopo una parata di Pigliacelli.

Dopo tre sconfitte consecutive l’Ascoli torna a muovere la classifica battendo 4-3 il Brescia, che resta all’ultimo posto e non vince da 17 partite. Rondinelle in vantaggio al 19’ con Listkowski con un destro da pochi passi, pareggia Mendes al 42’ in spaccata sul secondo palo. Forte completa la rimonta al 47’ girandosi fra due difensori e battendo il portiere con un gran sinistro in area, poi al 65’ pareggia Ayé su rigore. Segna dagli undici metri anche Caligara al 91’ riportando avanti i padroni di casa, e al 95’ Marsura cala il poker con una conclusione potente in area. Bisoli accorcia le distanze al 99’ con un tocco da pochi passi. I marchigiani chiudono la sfida in dieci uomini per l’espulsione di Simic al 63’.

SPAL-Ternana 1-1, Cosenza-Pisa 1-0, Venezia-Como 3-2

La SPAL torna a fare punti dopo due sconfitte consecutive pareggiando 1-1 in casa contro la Ternana. Emiliani in vantaggio al 4’ grazie a un rigore trasformato da Moncini, pareggia Favilli all’84’ con un colpo di testa. Restando alla zona salvezza spicca la risalita del Cosenza, che batte 1-0 il Pisa e conquista la quarta vittoria nelle ultime cinque partite. Decisivo il gol di Nasti al 43’ con un colpo di testa.

Seconda vittoria consecutiva del Venezia che batte 3-2 il Como, costretto allo stop dopo sette risultati utili di fila. Lariani in vantaggio all’8’ con una ribattuta di Da Cunha dopo una respinta del portiere, pareggia Candela al 45’ con una girata di prima intenzione. Milanese completa la rimonta al 48’ con un destro al volo da pochi passi, cala il tris Pohjanpalo al 50’ a porta vuota. Gabrielloni accorcia le distanze al 90’ con un gran colpo di testa. Gli ospiti chiudono il match in dieci uomini per l’espulsione di Scaglia al 95’.

Serie B, giornata 31: la classifica

Serie B, giornata 31: frena la capolista, Genoa a -4

Serie B, giornata 31: frena la capolista, Genoa a -4

Serie B, il programma della giornata 32

Serie B, giornata 31: frena la capolista, Genoa a -4

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui