Serie B, il resoconto di Perugia-Como (0-0)

0

Allo stadio Renato Curi prende vita uno scontro diretto per la salvezza tra Perugia e Como, valido per la 27a giornata di Serie B. Solamente due i punti che separano le due squadre, con i lombardi attualmente avanti grazie al roboante 5-1 interno sul Cosenza. Tre i risultati utili di fila per i lariani. Gli umbri, invece, vivono un continuo saliscendi. In seguito al trionfale derby vinto per 3-0 sulla Ternana, è arrivata una dolorosa sconfitta a Pisa, maturata nonostante la superiorità numerica. All’andata 1-0 per il Como, grazie alla rete siiglata da Arrigoni

Perugia-Como (0-0), la cronaca

Castori deve fare la conta: out per infortunio Dell’Orco, Angella, Ekong e Di Serio, oltre agli squalificati Paz, Casasola e Kouan. Il modulo è il consueto 3-4-1-2, con Iannoni adattato a terzino destro. In avanti Luperini  a supporto di Matos e Olivieri.

Longo, dl canto suo, deve solo rinunciare a KerriganSolini e Baselli, oltre a Ioannou che salta un turno per diffida. 3-5-2 come schieramento, Duo d’attacco formato da Gabrielloni (doppietta contro il Cosenza) e Mancuso. Solo panchina per Fabregas e Cutrone.

Da registrare una presenza non foltissima di pubblico da ambo le parti, probabilmente a causa della temperatura (2 gradi) e del turno infrasettimanale di mercoledì.

Primi minuti di studio tattico, con il Como che tiene il possesso palla e il Perugia pronto a ripartire. Gara piuttosto fisica, tanto che Iovine al 6′ è già ammonito per sventare un contropiede del Grifo. 3 minuti dopo, anche Santoro entra nel taccuino dei cattivi per un intervento in ritardo.

Al 9′ Vignali si prende lo spazio e calcia, una telefonata per Gori che blocca.

Sessanta rintocchi dopo potenziale occasione per i padroni di casa: corner dalla destra di Lisi, Curado spizza di testa e crea una sorta di sponda, nessuno però è reattivo per colpire.

Al 20′ Olivieri sfrutta una palla lunga e prova ad incrociare sul primo palo, ma la mira non c’è. 

Gioco molto spezzettato a causa di vari scontri di gioco. Prima Santoro abbandona momentaneamente il campo per un fallaccio di Blanco, beccato dal pubblico casalingo. Al 22′ Struna si rialza dopo essere stato un minuto a terra. Match spigolosissimo, animi letteralmente incandescenti, che lasciano poco spazio al bel gioco.

Al 28′ Santoro prova un rasoterra su sviluppo di azione da corner, Gomis si distende e devia ancora in angolo.

Al 35′ Gabrielloni ha una grandissima chance: cross basso per il numero 9 che calcia sul secondo palo. Gori, immobile, la soffia fuori di un soffio.

Al 43′ bel duetto tra Lisi e Luperini, l’ex Palermo a due passi dalla porta mastica sul pallone e non dà la giusta forza. 

Al 45′ cambio forzato per Longo: esce dal campo Iovine, al suo posto il giovane Da Riva.

Dopo 3 minuti di recupero, si conclude un freddo primo tempo, ruvido e senza particolari sussulti.

Serie B, il resoconto di Perugia-Como (0-0)

Nella ripresa Ci prova subito il como al 48′ col nuovo entrato La Riva, ma la conclusione termina alle stelle. La risposta dei padroni di casa è una fotocopia da parte di Lisi.

Al 55′ mastodontica occasione per i biancorossi: su punizione di Santoro, Luperini spizza e Matos da due passi se la fa togliere dall’angolino da Gomes.

Il Perugia parte con grande aggressività e protesta per una falciata sospetta in area su Olivieri. Dopo un lungo consulto, Perenzoni va al monitor e non assegna il rigore per fuorigioco.

Non cala l’agonismo e fioccano i cartellini gialli da ambo le parti. 

Al 72′ Mancuso prova una serpentina personale in velocità e conclude, ma la traiettoria è ampiamente a lato. Botta e risposta di Olivieri a giro, ancora una volta lo specchio della porta è lontano. Al 74′ Da Riva dalla distanza, ma calcia in bocca a Gori.

Ultimo quarto d’ora con molti cambi e le squadre che appaiono piuttosto stanche dopo tanta intensità e scontri fisici.

Azioni poi dei subentrati. All’86’ Cutrone prova da fuori ma Gori si distende agilmente, un minuto dopo tenta la fortuna Parigini, senza precisione.

Uno degli ultimi guizzi arriva con Luperini con un tentativo bloccato in due tempi da Gomis.

Non succede più nulla: uno 0-0 che forse serve poco a entrambe, in una selva di ammoniti: ben 12.

Il tabellino

PERUGIA (3-4-2-1): Gori; Struna (81′ Sgarbi), Curado, Vulikic; Iannoni (84′ Cancellieri), Santoro, Capezzi (77′ Bartolomei), Lisi; Luperini; Olivieri (81′ Seghetti), Matos (60′ Di Carmine).

A disposizione: Furlan, Abibi, Rosi, Vulic, Baldi, Ebnoutalib, Sulejmani.

Allenatore: Fabrizio Castori.

COMO (3-5-2): Gomis; Odenthal, Scaglia, Binks; Vignali (84′ Cagnano), Iovine (45′ Da Riva), Arrigoni, Bellemo, Blanco (46′ Parigini); Gabrielloni (64′ Cerri), Mancuso (84′ Cutrone).

A disposizione: Ghidotti,Fabregas,  Chajia, Faragò, Canestrelli, Da Cunha, Pierozzi.

Allenatore: Moreno Longo.

ARBITRO: Daniele Perenzoni di Rovereto

ASSISTENTI: Francesco Fiore di Barletta e Davide Miele di Torino

IV UOMO: Matteo Canci di Caprara

VAR: Aleandro Di Paolo di Avezzano

AVAR: Giovani Ayroldi di Molfetta

GOL: –

AMMONITI: 6′ Iovine, 9′ Santoro, 15′ Blanco, 40′ Castori, 43′ Matos, 53′ Vignali, 67’Cerri, 68′ Iannoni, 71′ Scaglia, 78′ Odenthal, 79′ Di Carmine, 92′ Cagnano

MINUTI DI RECUPERO: 3′; 6′

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui