Serie C, il resoconto di Catania-Casertana (0-0)

0

Un pomeriggio piovoso e umido accompagna il Catania nella sfida casalinga contro la Casertana, incontro valido per la 25esima giornata di campionato. Nulla da fare per i rossazzurri che non riescono più a vincere, troppo stretto il pareggio contro i campani che invece ottengono il terzo pareggio consecutivo e agganciano il Taranto al quinto posto. Momento buio invece per gli etnei che non vincono dal 13 gennaio contro il Brindisi e vengono scavalcati dal Messina.

Serie C, il resoconto di Catania-Casertana (0-0)

Il resoconto di Catania-Casertana (0-0)

Gara spezzettata e fallosa nella prima frazione di gioco per entrambe le squadre. Esordio casalingo da titolare per Sturaro che già al 4′ rimedia il primo giallo in maglia rossazzurra.

Prima parte di gioco tranquilla fino al 18esimo quando Chiricò, su punizione, va vicino alla rete ma Venturi manda in angolo. Si presenta sulla bandierina Cicerelli, colpo di testa di Curado che manda alto.

Scorre senza occasioni notevoli il tempo di gioco, partita fisica, tanti contrasti in mezzo al campo con ben tre ammoniti fra i campani.

Al 34esimo buona occasione per gli etnei, ottima combinazione a destra tra Chiricò, Sturaro e Bouah che si allunga il pallone e non riesce a servire Di Carmine in area.

Rispondono i campani al 37esimo, con Carretta che di testa sfiora il vantaggio ma Albertoni blocca.

Si abbassano i ritmi di gioco, viene concesso un minuto di recupero. Si va a riposo a reti inviolate.

Serie C, il resoconto di Catania-Casertana (0-0)

E’ subito Catania al 47esimo: Bouah libera Chiricò al limite d’area che di sinistro calcia a giro. Fuori di pochissimo.

Al 50esimo secondo giallo ed espulsione per Sturaro, esordio amaro per lui, Catania in dieci uomini per quasi tutta la ripresa.

La Casertana prende coraggio con un uomo in più ed alza il baricentro: al 61esimo Toscano che scambia con Galletta e conclude verso la porta, blocca Albertoni.

Nonostante l’uomo in meno, gli etnei reagiscono e ci provano con Cicerelli al 63esimo che, a tu per tu con Venturi, si fa bloccare la sfera.

Ancora padroni di casa al 66esimo con Di Carmine che si divora il gol del vantaggio: recupero palla di Welbeck a centrocampo, verticalizzazione per Costantino che serve in area Di Carmine il cui tiro viene respinto da Venturi.

Girandola di cambi per Lucarelli: dentro Costantino e Rapisarda, fuori Chiricò e Cicerelli.

Pericolosa anche la Casertana al 69esimo con Deli dalla distanza, al 71esimo con Anastasio il cui tiro sfiora di poco la traversa e all’80esimo con Galletta che lambisce il palo.

Ancora cambi per il Catania dentro Quaini e Cianci, fuori Tello e Di Carmine.

Poco dopo, Casertana ad un passo dal vantaggio: l’ex di giornata Deli, dopo una mischia in area, non riesce a mandare la sfera in rete da pochi passi.

Finisce a reti bianche la sfida del Massimino, il Catania, che ha giocato praticamente tutto il secondo tempo in inferiorità numerica per l’espulsione di Sturaro, non vince e non convince il pubblico di casa che contesta la squadra a fine match. Prossimo impegno, il turno infrasettimanale che porterà i rossazzurri in terra laziale contro il Latina, squadra distante solo tre punti e reduce del successo di oggi contro il Brindisi.

Il tabellino

Catania-Casertana 0-0

Catania (4-2-3-1): 95 Albertoni; 13 Bouah, 2 Curado, 14 Kontek, 27 Castellini (VK); 8 Sturaro (K), 23 Welbeck; 32 Chiricó (21°st 9 Costantino), 7 Tello (36°st 16 Quaini), 30 Cicerelli (21°st 5 Rapisarda), 10 Di Carmine (36°st 90 Cianci). A disposizione: 22 Furlan, 35 Donato; 46 Monaco, 3 Haveri, 28 Celli; 31 Chiarella, 19 Peralta. Allenatore: Lucarelli.

Casertana (3-5-2): 22 Venturi; 4 Celiento (K), 19 Sciacca, 13 Bacchetti (29°st 98 Nicoletti); 26 Calapai, 5 Toscano, 80 Proietti (1°st 17 Galletta), 18 Deli, 33 Anastasio; 7 Carretta (43°st 25 Taurino), 10 Curcio (VK). A disposizione: 1 Marfella; 24 Paglino, 16 Matese; 31 Rovaglia, 27 Turchetta. Allenatore: Cangelosi.

Arbitro: Gabriele Scatena (Avezzano).

Assistenti: Giacomo Monaco (Termoli) e Marco Porcheddu (Oristano).

Quarto ufficiale: Enrico Gigliotti (Cosenza).

Ammoniti: Sturaro, Cicerelli (CT); Sciacca, Celiento, Bacchetti (CE).

Espulso Sturaro al 4°st per somma di ammonizioni.

Recupero: pt 2’; st 2’.
Angoli: 7-6.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui