Serie C, il resoconto di Catania-Potenza (0-0)

0

Finisce a reti bianche Catania-Potenza, gara valida per la 31esima giornata di campionato di Serie C.

Settimana travagliata in casa Catania dopo la sonora sconfitta rimediata contro l’Avellino e che ha visto prima l’esonero di Lucarelli e successivamente la designazione di Michele Zeoli come allenatore degli etnei fino a giugno. Starà a lui adesso tentare, insieme ai suoi uomini, la risalita dalle torbide acque della bassa classifica: infatti sono solo sei lunghezze che separano gli etnei dalla zona playout.

Serie C, il resoconto di Catania-Potenza (0-0)

Il resoconto di Catania-Potenza (0-0)

Comincia il primo tempo tra Catania e Potenza e sono tanti i contrasti in mezzo al campo, ma nessuna chance per entrambe nei primi 15 minuti.

Al 21esimo rossazzurri pericolosi con una conclusione dalla lunga distanza di Celli che termina di poco alta sopra la porta difesa da Alastra.

Primo cambio forzato per Zeoli: Cianci ha rimediato una botta da Sbraga ed esce per infortunio. Entra al suo posto Costantino

Rossazzurri in avanti con una punizione di Cicerelli, respinta dalla barriera, conclusione successiva dalla trequarti di Castellini che però termina in curva.

Catania costretto al secondo cambio forzato: Cicerelli esce dolorante, dentro Marsura.

Dopo tre minuti di recupero, si va a riposo con il risultato di parità tra le due squadre. Primo tempo senza grandi emozioni e senza reti. Gli etnei escono tra i fischi del pubblico presente al Massimino.

Squadre in campo per i secondi 45 minuti e subito doppio cambio nelle file del Catania: fuori Sturaro dentro Ndoj, Rapisarda per Celli. Stesso undici iniziale per il Potenza.

Rossazzurri vicini al vantaggio al 56esimo: Marsura pesca con un pallone filtrante Chiarella che si fa parare la conclusione a tu per tu da Alastra.

Ultimo cambio disponibile per Zeoli al 62esimo: dentro Chiricò, fuori Chiarella.

Si vedono i lucani nell’area difesa da Furlan, al 65esimo Volpe tira a giro dalla distanza, blocca il portiere rossazzurro.

Doppia chance al 70esimo per Marsura che ci prova prima di testa sul cross di Rapisarda e poi con il destro, in entrambi i casi decisivo Alastra. Ancora etnei pericolosi un minuto dopo con Costantino che spedisce alto sopra la traversa davanti il portiere lucano.

Conclusione di Volpe insidiosissima qualche minuto dopo, parata molto bene da Furlan. Minuti concitatissimi in campo adesso. Prima Marsura da un lato, Volpe dall’altro non trovano il vantaggio per pochissimo. 

Concessi quattro minuti di recupero e, proprio nell’extra time, da segnalare il gran destro di Castellini, su assist di Chiricò, che finisce fuori di pochissimo.

Si conclude 0-0 Catania-Potenza. Entrambe avevano bisogno di vincere per tirarsi fuori dalla bassa classifica, non è stato dei migliori il debutto del Zeoli bis: molte occasioni non sfruttate al meglio soprattutto nel secondo tempo. Si conferma il trend in campionato di una squadra incapace di concretizzare le occasioni da rete create. 

Prossimo impegno venerdì, ancora casalingo, contro l’Audace Cerignola, nona forza del campionato.

Serie C, il resoconto di Catania-Potenza (0-0)

Dopo il match, Michele Zeoli è intervenuto in sala stampa. Di seguito la sua analisi:

La gente ci ha incitato fino alla fine, poi è giusto che si esprima. Lo so, il pareggio del Catania in casa è visto come una sconfitta: oggi potevamo vincere ma anche perdere. Gli attaccanti? Mancano forse serenità e tranquillità poi basta l’episodio positivo e si sbloccano, prendo l’esempio di Marsura che potrà darci una mano dopo aver vissuto settimane particolari. C’è bisogno di tanta fiducia: non mi va di chiederla, io devo trasmetterla. La fortuna? Ce la dobbiamo andare a prendere, io devo prendere il positivo anche dalle sostituzioni obbligate del primo tempo, considerando che chi è entrato ha fatto ciò che doveva. Conosco solo il lavoro, il secondo tempo mi ha dato speranza e quella positività che, ripeto, io devo trasmettere, insieme allo staff, non chiedere. In certi frangenti la compattezza ci ha permesso di rubare palla ed eventualmente ripartire; come detto abbiamo rischiato anche di perdere, dobbiamo essere onesti. Cerchiamo di recuperare le forze e pensiamo al Cerignola. La mancanza di lucidità ti porta a non fare certe giocate ma se si nascondono e non giocano la palla sbagliano due volte, far capire questo è il mio compito in questo momento. Recuperi e condizione? Confido nell’aiuto dello staff medico e del professor Petralia. Ho cercato di rincuorare i ragazzi. Non sono contento ma dentro lo spogliatoio possiamo vedere qualcosa di positivo, sono sereno. Sturaro ha dimostrato di sapersi gestire, non si è tirato indietro e lo ringrazio perché ha voluto rischiare. Emozioni? Devo raggiungere un obiettivo. Quota salvezza? Non ho fatto questa valutazione, ci sono 21 punti a disposizione. Possiamo migliorare nella costruzione. Capisco la delusione dei tifosi ma ho sentito e apprezzato la loro spinta fino alla fine”.

Il tabellino

Catania-Potenza 0-0

Catania (4-3-3): 22 Furlan; 27 Castellini (VK), 46 Monaco, 14 Kontek, 28 Celli (1°st 5 Rapisarda); 8 Sturaro (K) (1°st 6 Ndoj), 23 Welbeck, 33 Zammarini; 31 Chiarella (17°st 32 Chiricó), 90 Cianci (29°pt 9 Costantino), 30 Cicerelli (1°st 77 Marsura). A disposizione: 95 Albertoni, 35 Donato; 2 Curado, 3 Haveri; 19 Peralta. Allenatore: Zeoli.

Potenza (3-5-2): 22 Alastra; 55 Hristov, 16 Sbraga (VK), 3 Maddaloni; 98 Hadziosmanovic (42°st 2 Marchisano), 70 Saporiti (35°st 7 Steffè), 81 Candellori, 23 Castorani, 19 Pace; 9 Caturano (K), 77 Volpe (42°st 11 Rossetti). A disposizione: 24 Cucchietti, 12 Iacovino; 26 Verrengia, 46 Paura; 36 Spaltro, 4 Kumi, 76 Petti, 17 Maisto, 29 Burgio; 10 Di Grazia, 27 Mazzeo. Allenatore: Marchionni.

Arbitro: Samuele Andreano (Prato).

Assistenti: Giuseppe Cesarano (Castellammare di Stabia) ed Alessandro Marchese (Napoli).

Quarto ufficiale: Stefano Striamo (Salerno).

Ammoniti: Welbeck (C); Sbraga (P).

Recupero: pt 3’; st 4’.

Angoli: 5-2.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui