Serie C, il resoconto di Picerno-Catania (1-0)

0

Esce sconfitto di misura il Catania di Lucarelli dallo stadio “Donato Curcio” di Picerno nel recupero del ventiduesimo turno di Serie C. I padroni di casa così allungano la striscia di risultati positivi, portandosi in seconda posizione in classifica a soli sei punti dalla Juve Stabia.

Il resoconto di Picerno-Catania (1-0)

Archiviato il pareggio di Foggia, il Catania torna in campo a Picerno, quarta compagine del campionato di Serie C.

Serie C, il resoconto di Picerno-Catania (1-0)
Credit foto Catania Fc

Cominciano in avanti gli etnei con una conclusione al volo di Chiricò, che finisce di poco a lato. Risponde il Picerno con un tiro da dalla distanza di Esposito che però termina alto sopra la porta difesa da Albertoni.

Ancora Catania al 12esimo quando Gallo perde palla in uscita, Costantino serve Tello che calcia dal limite ma Gilli si oppone in scivolata. Occasionissima per i siciliani. 

Il Picerno non resta a guardare ed impegna nuovamente Albertoni al 16esimo che blocca il tiro di Esposito.

Al 20esimo i lucani passano in vantaggio con la rete di Gallo, che scaglia un missile dalla distanza battendo il portiere etneo. Picerno in vantaggio 1-0.

Padroni del campo gli uomini di Longo che cercano il gol del raddoppio prima con Pagliai al 24esimo ma la difesa etnea allontana e, dopo un solo minuto, ci provano con una conclusione dalla distanza di poco alta del capitano Esposito.

Si allungano le squadre, si abbassano i ritmi, il Picerno prova i lanci lunghi per Murano, ma senza precisione. Il Catania invece prova a palleggiare di più ma senza successo.

Occasione per i rossazzurri al 39esimo con Costantino che, da ottima posizione, rovina la miglior palla gol della prima frazione di gioco mandandola alta sopra la traversa.

Dopo un minuto di recupero, si va a riposo con il Picerno in vantaggio per 1-0, rete di Gallo.

Si torna in campo, il Picerno rientra con Santarcangelo al posto di Murano. Nessun cambio per mister Lucarelli.

Il Catania adesso ha una maggior convinzione nel gestire la sfera ed al 50esimo sfiora il pareggio con Curado che ci prova di testa su angolo di Chiricò, ma non inquadra la porta.

Ancora etnei al 54esimo che sfruttano l’errato rinvio di Summa, Chiricò calcia a botta sicura, respinge il portiere del Picerno, sulla respinta arriva Costantino, che, a porta vuota, manda alto e sbaglia un gol già fatto.

Comincia la girandola di cambi per Lucarelli, fuori Quaini e dentro Di Carmine. A seguire fuori Chiricò, Cicerelli e Tello, dentro Peralta, Chiarella e Kontek.

Scorre il secondo tempo ed al 68esimo chance per il Picerno: Maiorino calcia a botta sicura ma la difesa si salva.

Sempre lucani pericolosi all’87esimo con un diagonale di Santarcangelo che termina di poco a lato.

Assalto finale del Catania: conclusione di Chiarella murata da Di Carmine e rossazzurri vicini al gol del pareggio.

Vengono assegnati cinque minuti di recupero, e proprio nel recupero altre due azioni degli etnei: prima un colpo di testa di Monaco e poi Castellini su punizione che finisce di pochissimo alta sopra l’incrocio dei pali.

Finisce dunque con una sconfitta per gli uomini di Lucarelli, l’undicesima in campionato. Il Catania non vede la luce in fondo al tunnel e non riesce a risollevare le sorti di questo campionato: zona playoff distante solo tre lunghezze ma bisogna necessariamente guardarsi le spalle visto che la zona playout è a soli sette punti. Domenica si ritorna tra le mura amiche, si affronta la Casertana, che occupa il settimo posto in graduatoria: ci vorrà una prova di coraggio e determinazione per racimolare i punti che servono per migliorare la classifica.

Il tabellino

Picerno-Catania 1-0

Marcatore: pt 20° Gallo.

Picerno (4-2-3-1): 22 Summa; 2 Pagliai, 13 Gilli, 6 Allegretto (4°st 24 Biasiol), 25 Guerra (VK); 8 Gallo, 30 De Ciancio; 77 Graziani (33°st 20 Albertini), 89 Albadoro (20°st 10 Maiorino), 11 E.Esposito (K) (33°st 70 D’Agostino); 9 Murano (1°st 16 Santarcangelo). A disposizione: 1 Merelli, 12 A.Esposito; 35 Novella, 66 Cadili; 5 Pitarresi, 17 Ciko; 7 Ceccarelli; 19 Petito. Allenatore: Longo.

Catania (4-2-3-1): 95 Albertoni; 13 Bouah, 2 Curado, 46 Monaco, 27 Castellini (K); 23 Welbeck (VK), 16 Quaini (16°st 10 Di Carmine); 32 Chiricó (26°st 31 Chiarella), 7 Tello (26°st 14 Kontek), 30 Cicerelli (26°st 19 Peralta); 9 Costantino. A disposizione: 22 Furlan, 35 Donato; 5 Rapisarda. Allenatore: Lucarelli.

Arbitro: Alberto Ruben Arena (Torre del Greco).

Assistenti: Nicolò Moroni (Treviglio) e Fabio Dell’Arciprete (Vasto).

Quarto ufficiale: Riccardo Tropiano (Bari).

Ammoniti: Allegretto, D’Agostino (P); Tello, Cicerelli (C).

Recupero: pt 1’; st 5’.

Angoli: 5-4.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui