Serie D, il resoconto di Acireale-Catania (0-1)

0
Serie D, il resoconto di Acireale-Catania (0-1)

É andata in scena oggi pomeriggio al Comunale di Aci Sant’Antonio, la trentesima giornata di campionato, turno infrasettimanale che vede contrapposte la capolista Catania e l‘Acireale che lotta per non retrocedere, quindi a caccia di punti salvezza. Dopo circa 30 anni di assenza, l’ultima volta che le due squadre si sono affrontate in sfide di torneo in casa dell’Acireale risale alla stagione 1992/1993 in Serie C1, ai tempi la squadra granata giocava al vecchio stadio “Comunale” e si impose per 1-0 grazie ad un tiro vincente della punta Nuccio, una conclusione deviata dal difensore catanese Susi. Sfida che ha sapori e colori d’altri tempi, dove le posizioni in classifica erano decisamente invertite l’Acireale voleva la Serie B ed il Catania inseguiva.

Catania che oggi si muoverà in trasferta senza il sostegno dei propri tifosi a seguito delle disposizioni effettuate dagli organi competenti, e nonostante ciò, cercherà di ottenere la quattordicesima vittoria consecutiva della stagione. Acireale invece è reduce della sconfitta in trasferta contro la Vibonese, il calendario delle gare rimanenti è quasi proibitivo, ma cercherà in mille modi di portare a casa un risultato utile per la salvezza. Analizziamo il resoconto di Acireale-Catania.

DSC_4580 Serie D, il resoconto di Acireale-Catania (0-1)
Sarao e Guarino

Il resoconto di Acireale – Catania (0-1): la cronaca

Vittoria di cuore e di misura quella del Catania contro l’Acireale. Rossazzurri subito in controllo del possesso palla mentre la squadra padrona di casa cerca di ingabbiare gli ospiti. Al decimo minuto primo tentativo di De Martino, Bethers para senza nessuna difficoltà. Al diciottesimo il Catania vicinissimo al gol con Palermo. Subito dopo in attacco Jefferson sulla fascia destra ci prova ma Giappone tiene bene la botta. Ancora occasione per gli acesi stavolta con Ghisleni ma nulla di fatto.

Non viene assegnato nessun recupero e si va a riposo con il risultato di 0-0.

DSC_4425 Serie D, il resoconto di Acireale-Catania (0-1)
Russotto

Inizia il secondo tempo, ed insieme la roulette dei cambi per entrambe le squadre, scorre la partita con un botta e risposta tra Catania ed Acireale in entrambe le aree. Al 73esimo, all’improvviso, la punizione dai venticinque metri e il gol di Russotto che imbuca la porta di Giappone, dopo un bacino al palo interno. Ci riprova Russotto nuovamente su punizione sulla destra, Giappone questa volta para ma perdendo il pallone in un contrasto, la sfera finisce in rete ma l’arbitro annulla per fallo in attacco. Al 79esimo ci riprova il Catania con un cross di Pedicone su De Raspinis che prova a concludere ma Giappone para con facilità.

A caccia del pari l’Acireale che sfiora l’1-1 con Ghisleni il cui tiro-cross quasi inganna Bethers finendo di poco sopra la traversa. Ci prova ancora la squadra di casa con un tiro centrale di De Martino, servito da Limonelli, ma Bethers para facilmente.

Vengono assegnati 5 minuti di recupero. Ci prova l’Acireale a portare in pari la partita ma non riesce ad ottenere il risultato sperato continuando ancora a navigare nelle torbide acque della zona retrocessione. Continua invece la serie di successi del Catania che dovrà affrontare in casa la Sancataldese di Mister Infantino, squadra ormai salva e che oggi ha ottenuto un pareggio d’oro sul campo della Vibonese. Questo è tutto nel nostro resoconto di Acireale-Catania.

DSC_4581 Serie D, il resoconto di Acireale-Catania (0-1)

Tabellino

ACIREALE (4-3-2-1): Giappone; Nicosia, Guarino, Brugaletta, Migliorelli (92′ Carrozza); Sbrissa, Limonelli, Joao Pedro (76′ Liga); Di Domenicantonio (67′ Savanarola), Ghisleni; De Martino. A disposizione: Olivieri, Esposito, Medico, Virgillito, Sannia, Rotella. Allenatore: Giovanni Ignoffo.

CATANIA (4-3-1-2): Bethers; Rapisarda, Castellini (64′ Somma), Lorenzini, Pedicone; Palermo (62′ Chiarella), Rizzo, Vitale; Giovinco (51′ Sarao); Jefferson (70′ De Respinis), Russotto (83′ Di Grazia). A disposizione: Groaz, Buffa, Privitera, Litteri. Allenatore: Giovanni Ferraro.

ARBITRO: Vincenzo D’Ambrosio Giordano della sezione di Collegno

ASSISTENTI: Alessandro Gennuso e Davide Di Dio della sezione di Caltanissetta

AMMONIZIONI: 81′ Bethers (CT), 94′ Chiarella (CT)

GOL: 71′ Russotto (CT)

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui