Sostituto di Giroud: il Milan ha già individuato il suo erede?

0

Il mese di aprile sta per terminare, ma le emozioni per i tifosi dello sport più amato dal Bel Paese non accennano a diminuire. In vista di un’infinita sequela di acquisti, cessioni, prestiti e rinnovi, l’hype per l’inizio della sessione estiva di calciomercato è alle stelle. Molteplici contrattazioni seguiranno l’andamento di una soap opera, i cui step talvolta stupiranno e in altri casi lasceranno insoddisfatte intere schiere di supporters. Tuttavia, già negli ultimi giorni, cominciano le ipotesi e strategie che ceselleranno i team per la prossima stagione. A non sottrarsi a tale logica è anche il Milan alla ricerca dell’erede di Olivier Giroud, quest’ultimo infatti a breve lascerà Milanello. Scopriamo insieme quale calciatore potrebbe prendere il posto della punta centrale francese.

Milan, chi sarà l’erede di Giroud?

A preoccupare i milanisti, oltre la cocente sconfitta subita nell’ultimo incontro con l’Inter e l’imminente switch in panchina, è la ricerca del nuovo numero 9. Si tratta di un obiettivo delicatissimo, se si tiene conto dell’influenza che avere sull’equilibrio della squadra. Nell’attesa che il classe ’86 faccia le valigie avendo come direzione l’America, in cima alla lista dei nomi in qualità di suoi possibili eredi c’è il nome di Serhou Guirassy. Quest’ultimo era nel mirino del Milan già a gennaio, tuttavia l’occhio di riguardo al budget da investire ha fatto slittare la trattativa. Nel frattempo il pupillo dello Stoccarda ha messo a segno, tra marzo e aprile, almeno un goal nelle ultime 6 partite disputate.

Sostituto di Giroud: il Milan ha già individuato il suo erede?

Dunque la season 2023/2024 rappresenta, per l’energico ventottenne, un vero e proprio turning point grazie ai 25 centri firmati in Bundesliga. A fare aumentare l’appeal dell’ex Rennes, agli occhi della dirigenza meneghina, è anche l’investimento necessario per ottenerlo. Se per gli altri candidati, Zirkzee, Sesko, Gimenez, è necessario un esborso di almeno 50 milioni di euro, per l’orgoglio di Arles sono necessari 17,5 milioni di euro. Tuttavia a frapporsi tra la società di Via Aldo Rossi e il classe ’96, sarebbe la Premier League. Quest’ultima infatti rappresenterebbe una tappa obbligata per l’attaccante naturalizzato guineano. Dunque per scoprire se la sua prossima meta sarà l’Inghilterra o l’Italia, non resta altro che attendere i prossimi aggiornamenti di calciomercato.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui