Spareggi Euro2024: ecco i percorsi per prendersi gli ultimi 3 posti!

0

Sono stati sorteggiati da poche ore i percorsi degli spareggi tra le nazionali non qualificate direttamente ad Euro2024. Queste squadre comunque meritevoli, per piazzamento nella fase a gironi o per i risultati in Nations League, di un’ulteriore possibilità per disputare gli Europei in Germania la prossima estate, si affronteranno tra loro. 

Da regolamento sono stati sorteggiati 3 gruppi che vedranno una sola qualificata per gruppo, al termine di una semifinale e finale in gara secca. Le tre squadre vincenti nei rispettivi gruppi si andranno ad aggiungere alle altre 21 squadre già sicure di un posto nella rassegna continentale tedesca.

Spareggi Euro2024: ecco i percorsi per prendersi gli ultimi 3 posti!

Tutte e tre le nazionali vincenti andranno ad inserirsi in 4a fascia, la stessa dell’Italia, dunque almeno nel girone iniziale non potranno essere avversarie degli azzurri di Spalletti.

Nella fase successiva del torneo, invece non è impossibile per l’Italia incontrare una di queste selezioni che usciranno dagli spareggi, anche se resta difficile visti i sorteggi duri nei gironi. 

Spareggi Euro2024: ecco i percorsi delle 12 squadre ancora in corsa

In attesa del sorteggio dei gironi degli Europei, in cui saranno lasciate vuote le tre caselle in quarta fascia, ecco i gruppi dei spareggi. 

Le squadre qualificate agli spareggi sono state divise in 3 diversi “percorsi”: A,B,C. A far parte del percorso A sono Galles, Finlandia, Polonia e Estonia, nel B invece Bosnia, Ucraina, Israele e Islanda, nel C Georgia, Lussemburgo, Grecia e Kazakistan. 

Spareggi Euro2024: ecco i percorsi per prendersi gli ultimi 3 posti!

Le semifinali sorteggiate nel percorso A sono: Galles-Finlandia e Polonia-Estonia. Nel percorso B Bosnia-Ucraina e Israele-Islanda, mentre nel C Georgia-Lussemburgo e Grecia-Kazakistan.

Le sfide delle semifinali si giocheranno il 21 Marzo, con le finali tra le vincenti in programma 5 giorni dopo, dunque, il 26 Marzo.

Le semifinali saranno giocate in casa dalle squadre sorteggiate per prime, dunque Polonia e Galles nel gruppo A, Israele e Bosnia nel B, e nel gruppo C da Georgia e Grecia. C’è il serio rischio però, visto il conflitto tra Israele e Palestina, che la nazionale allenata dal CT Alon Hazan, non possa usufruire del fattore casalingo. 

A giocare le tre gare delle finali in casa invece saranno le vincenti dei match: Galles-Finlandia nel gruppo A, Bosnia-Ucraina nel B, Georgia-Lussemburgo nel C. 

Ecco le favorite per raggiungere l’Europeo

Dando un’occhiata ai vari gruppi formati, si può stilare una classifica di nazionali “favorite” per raggiungere la Germania. Al netto infatti che in una gara secca può sempre succedere qualsiasi cosa, alcune squadre sembrano sulla carta più avvantaggiate di altre. 

Nel gruppo A, la Polonia dovrebbe partire sulla carta con i favori del pronostico. Potendo contare sull’esperienza di Sczcesny tra i pali, bomber come Lewandowski e Milik e la fantasia di Zielinski, non qualificarsi sarebbe un fallimento. 

Nel gruppo B, sulla carta potrebbe esserci una sorta di finale anticipata nel confronto tra Bosnia ed Ucraina. Le due nazionali, a livello tecnico sembrano avere infatti qualcosa in più delle altre avversarie presenti nel gruppo. 

Curiosa poi la possibile finale in questo gruppo tra Israele ed Ucraina, le due nazionali colpite più duramente negli ultimi tempi, per via dei duri conflitti bellici. In caso di scontro in finale, una delle due popolazioni potrebbe vivere un’estate con uno svago di qualche ora coi match degli Europei.

Spareggi Euro2024: ecco i percorsi per prendersi gli ultimi 3 posti!

Nel Gruppo C ha invece grandi chance la Georgia del top player del Napoli Kvaratskhelia di riuscire a qualificarsi per Euro2024. Il talento georgiano potrebbe riuscire a trascinare i suoi connazionali agli Europei, in un gruppo comunque che appare equilibrato. Attenzione in particolare al Kazakistan, rivelazione durante la fase delle qualificazioni.

Per vedere se questi pronostici saranno rispettati, non ci resta che attendere ancora qualche mese. Con la certezza che l’Italia non deve passare da questa ghigliottina, e per il nostro movimento visti gli ultimi anni, non è cosa da poco. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui