Spezia-Inter (2-1), Inzaghi: “Trend negativo in trasferta”

0

Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter, ha commentato nel post-partita il match Spezia-Inter ai microfoni di DAZN. Dopo il Napoli e il Milan, anche l’Inter ferma la sua corsa in campionato: Maldini al 55’ e Nzola al 87’ puniscono i nerazzurri. A pochi giorni dalla sfida degli ottavi di Champions League contro il Porto, l’Inter di Inzaghi crolla al Picco di La Spezia, una sconfitta che sa di maledizione: sesto ko in trasferta in questo campionato per gli uomini di Inzaghi, a poco è servito il gol di Lukaku dal dischetto. Un’abitudine troppo rischiosa, visto la trasferta al Dragao a Porto, un match che per i nerazzurri vale tutta la stagione. Ottima prestazione dello Spezia invece, che conquista la sua prima vittoria targata Leonardo Semplici, la sesta in assoluto in questo campionato.

Spezia-Inter, Inzaghi: “Brutta nottata”

Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter, ha commentato nel post-partita la sconfitta contro lo Spezia: “C’è delusione, sarà una nottata brutta però martedì abbiamo un ottavo di finale. Una sconfitta così fa male, è arrivata con modalità diversa dalle altre: abbiamo messo in campo tutto, probabilmente ci voleva più cattiveria nel cercare il gol. Nel primo tempo non dovevi andare negli spogliatoi 0-0, poi sappiamo com’è il calcio che non fa sconti. Non ci sta che l’Inter perda con lo Spezia, non si dormirà ma abbiamo il dovere di andare avanti. Per quanto riguarda la sconfitta, mi prendo le responsabilità. I ragazzi hanno messo tutto quello che avevano in campo, dovevamo essere più cinici: è questo il calcio. C’è un trend negativo in trasferta, per quanto riguarda la prestazione abbiamo tenuto bene il campo, ma il risultato non ci soddisfa”.

Sui LuLa: “Lukaku e Lautaro sono i nostri due rigoristi, erano in campo entrambi e quest’anno non era mai successo. Hanno optato per questa soluzione, è stato bravissimo Dragowski ma non mi soffermerei sul rigore quanto sui 28-29 tiri che abbiamo provato. Serviva più cattiveria, avremmo meritato il gol prima”.

Sulla serata: “Stasera la prestazione è stata diversa da Bologna, i ragazzi ed io ci prendiamo le responsabilità. Mi sta bene la delusione in tutte le componenti Inter, alla fine abbiamo salutato i tifosi che non erano contenti. Ma il calcio è così, avete visto la partita, ora ci vuole la reazione e ferocia che potrà farci fare una grande partita martedì“.

Spezia-Inter (2-1), Inzaghi: “Trend negativo in trasferta”

Il tecnico nerazzurro: “Dobbiamo rialzarci”

Dopo il ko contro lo Spezia nell’anticipo della 26^ giornata di campionato, l’Inter ha deciso che solo il tecnico Simone Inzaghi si occuperà di commentare la sconfitta. La sua analisi: “Sapevamo la difficoltà della partita, siamo molto dispiaciuti per il risultato. Per tutto quanto creato il risultato doveva essere diverso, non dovevamo chiudere 0-0 il primo tempo, mettere più cinismo e cattiveria. Le partite sono sempre molto attaccate agli episodi e lo Spezia è stato più bravo. La sconfitta fa male, ma abbiamo l’obbligo di rialzarci perché martedì c’è una partita importante”.

Sulle recenti sconfitte: “Il nostro cammino lontano da San Siro non è da squadra come l’Inter. In casa abbiamo un’ottima media, in trasferta lo scorso anno facevamo altri punteggi. C’è tanta delusione per il risultato, per la prestazione i ragazzi hanno dato tutto. Dobbiamo andare avanti, è giusto che ci sia tanta delusione in tutte le componenti”.

Spezia, parla Maldini: “Ci godiamo la serata”

Daniel Maldini, trequartista dello Spezia e autore del primo gol, ha commentato ai microfoni di DAZN il successo contro i meneghini: “Ci credevamo dall’inizio, anche dopo il gol del pareggio. E’ meritata. E’ un po’ di tempo che cercavo questo gol, ci godiamo questa serata. L’importante era portare a casa la partita. Sapevamo che alla fine abbiamo preso tanti gol, però siamo riusciti a compattarci”. Ha concluso esaltando Semplici: “Ha portato serenità, ci aiuta anche di più con le parole”.

Anche Semplici ha commentato il match: “Ci abbiamo creduto fino alla fine, questo gruppo mi sta dando soddisfazioni che da fuori non pensavo avessero queste qualità, sia morali che tecniche. Abbiamo messo anche Zurkwoski a fare il trequarti e schermare Brozovic, poi abbiamo cambiato con Agudelo. L’Inter nel primo tempo ha avuto delle situazioni che ci hanno messo in difficoltà, però siamo rimasti in partita e abbiamo reagito da squadra, abbiamo difeso meglio e concesso meno, abbiamo saputo gestire la partita anche in quei momenti di difficoltà. Abbiamo battuta una delle più forti a livello italiano, se non la più forte”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui