Sudamerica, qualificazioni Mondiali: il Brasile vola già in Qatar

0

Brasile già in Qatar per i Mondiali 2022: è il primo verdetto della giornata 13 delle qualificazioni in Sudamerica. L’Argentina si avvicina alla qualificazione diretta mantenendo saldo il secondo posto, sale il Cile. Vediamo nel dettaglio tutti i risultati.

Sudamerica, qualificazioni Mondiali: il Brasile stacca il pass con sei turni d’anticipo

Il Brasile è la prima nazionale del Sudamerica qualificata ai Mondiali 2022, grazie al successo per 1-0 sulla Colombia. Doppia occasione per i Cafeteros in avvio con una bordata di Barrios e un destro in area dell’atalantino Zapata che terminano di pochissimo sopra la traversa. Chance anche per la Seleção con un cross di Danilo che colpisce il palo dopo una deviazione di Tesillo. Gara molto equilibrata: Luis Díaz sfiora il vantaggio con un tiro di prima intenzione che finisce a centimetri dal palo. Risponde Marquinhos con un colpo di testa fuori di un soffio.

Nel secondo tempo Ospina si supera sulla punizione di Neymar, che al 72′ serve l’assist per il vantaggio di Paquetà. Sinistro in area dell’ex milanista toccato da Ospina che però non può evitare la rete. Il portiere colombiano si oppone al mancino di Antony in area. Per la prima volta, il Brasile si qualifica per il Mondiale con sei turni di anticipo. Inoltre, ottiene l’undicesima vittoria casalinga consecutiva nelle qualificazioni e non subisce gol per la decima gara di fila tra le mura amiche. Relativamente a queste due statistiche, nessuna squadra ha fatto meglio nella storia delle qualificazioni sudamericane.

L’Argentina consolida il secondo posto

L’Argentina vince 0-1 in Uruguay e consolida il secondo posto, con otto punti di vantaggio sull’Ecuador terzo e a sei lunghezze dal Brasile capolista. In avvio Martínez salva sul tentativo ravvicinato di Nandez, ma al 7′ è l’Albiceleste a sbloccare la partita: Di Maria riceve da Dybala e insacca il pallone all’incrocio con uno splendido sinistro a giro in area, nulla da fare per Muslera. I padroni di casa reagiscono con due opportunità per Suárez, che al terzo tentativo colpisce il palo con un destro al volo quasi al limite dell’area. Chance anche per Vecino con un destro in area bloccato con sicurezza da Martínez.

Nella ripresa altra occasione per la Celeste con un sinistro in area di Piquerez fuori di pochissimo, rispondono gli ospiti con il ‘Papu’ Gomez che conclude di poco fuori dopo un’azione personale. Muslera blocca un tiro da buona posizione di Correa, poi Uruguay nuovamente vicino al pareggio. Prima il colpo di testa di Martínez finisce alto di un soffio, poi Arambarri non arriva per centimetri al tap-in di testa a pochi passi dalla porta. L’Argentina conquista la terza vittoria consecutiva contro la Celeste: non accadeva dall’intervallo tra agosto 2003 e ottobre 2004. Eguaglia, inoltre, la sua striscia migliore di otto gare consecutive nelle qualificazioni senza perdere in trasferta. La Selección ci era riuscita solo tra settembre 2000 e novembre 2003 con Marcelo Bielsa in panchina.

Terza vittoria consecutiva del Cile nella giornata 13 delle qualificazioni Mondiali in Sudamerica

Il Cile vince 0-1 in Paraguay e piazza la terza vittoria consecutiva in queste qualificazioni, tornando in piena corsa per il pass diretto in Qatar. In avvio ci prova Sanchez con un colpo di testa alto di poco, ma la prima grande occasione è per i padroni di casa con un tiro-cross di Rojas che si stampa sul palo. Bravo disinnesca i tentativi di Almirón e Martínez, poi nella ripresa prima parata di Silva che devìa una sassata di Vidal dalla distanza. La Roja passa in vantaggio al 56′: corner di Sanchez direttamente in porta e deviazione sfortunata del portiere Silva che manda il pallone in fondo al sacco.

Gli ospiti provano a chiudere i giochi: Brereton calcia di poco sopra la traversa da posizione defilata in area e Silva si distende sul destro deviato di Vidal dalla distanza. Occasione anche per Sanchez che spreca in contropiede, non dando la giusta forza a un colpo di testa ravvicinato. Nel finale chance anche per i padroni di casa con un diagonale di Romero fuori di pochissimo. Il Cile porta a casa l’intera posta in palio e interrompe una striscia di 12 partite consecutive senza vittorie in trasferta nelle qualificazioni, la più lunga della sua storia.

Sudamerica, qualificazioni Mondiali: tris del Perù, a segno Lapadula

Tutto facile per il Perù che batte 3-0 la Bolivia e, nonostante il settimo posto in classifica, resta a due punti dalle posizioni utili per la qualificazione diretta ai Mondiali. Dopo un gol annullato in avvio, Lapadula firma il vantaggio al 9′ con una zampata da pochi passi, e al 31′ Cueva segna il raddoppio con un colpo di testa sul primo palo svettando sul cross di Trauco. Tris di Peña al 39′ con un destro preciso da fuori area, poi nella ripresa Lampe in uscita nega la doppietta a Lapadula.

La Verde prova a ridurre il passivo: Saavedra colpisce la traversa con un destro da fuori area, Gallese neutralizza un colpo di tacco da pochi passi e Quinteros sfiora la porta con un colpo di testa da ottima posizione. Per la decima gara consecutiva, il Perù non perde in casa contro la Bolivia. Inoltre, per la blanquirroja è la terza vittoria casalinga di fila in questa fase: non accadeva dalle qualificazioni per il Mondiale ’98 in Francia.

Ecuador saldo al terzo posto

L’Ecuador mantiene il terzo posto grazie al successo per 1-0 sul Venezuela. Ospiti pericolosi in avvio con un tiro-cross direttamente in porta respinto da Domínguez, dall’altra parte ci prova Preciado con un destro da fuori area alto di poco. Stesso esito per il tentativo di Reasco che vede il portiere fuori dai pali. Ospiti a un passo dal vantaggio con Machís che si smarca bene in area e calcia sul secondo palo ma il pallone finisce fuori di un soffio. La Tricolòr sblocca il match al 41′ con Hincapié, bravo ad anticipare di testa l’uscita del portiere sulla punizione di Plata.

Nella ripresa Romo mura il diagonale di Castillo, dall’altra parte la punizione di Machís esce di pochissimo. Padroni di casa pericolosi con un mancino da fuori area di Plata che sfiora il palo, ma anche gli ospiti hanno una buona chance per andare a segno: stacco in area piccola di Martinez ma il pallone finisce alto. L’Ecuador mantiene l’imbattibilità in casa per la quarta volta in queste qualificazioni: l’ultima volta ci era riuscito tra il 2011 e il 2012.

Prossimo turno: il programma della 14^ giornata

16/11/2021

  • Bolivia – Uruguay (ore 21:00)
  • Venezuela – Perù (ore 22:00)

17/11/2021

  • Colombia – Paraguay (ore 00:00)
  • Argentina – Brasile (ore 00:30)
  • Cile – Ecuador (01:15)

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui