Sudamerica, qualificazioni: Uruguay ed Ecuador al Mondiale

0

Uruguay ed Ecuador si aggiungono ad Argentina e Brasile nel gruppo delle squadre del Sudamerica qualificate al Mondiale 2022 in Qatar. L’ultimo turno sarà decisivo per decidere la formazione che andrà allo spareggio intercontinentale: se la giocano Perù, Colombia e Cile.

Sudamerica, qualificazioni al Mondiale 2022: pioggia di reti per Brasile e Argentina

Tutto facile per il Brasile che travolge 4-0 il Cile e consolida il primo posto nel gruppo di qualificazione. Terza sconfitta nelle ultime quattro partite per la Roja che adesso può solo sperare nel quinto posto e andare così allo spareggio intercontinentale. Sblocca Neymar al 44’ su rigore spiazzando il portiere, raddoppia Vinícius due minuti dopo con un bel diagonale. Cala il tris Coutinho al 72’ ancora dal dischetto, poker di Richarlison al 91’ con un sinistro a giro nell’angolino basso. Il Brasile ha vinto le ultime 14 partite casalinghe nelle qualificazioni sudamericane: è la più lunga serie di vittorie interne consecutive di qualsiasi squadra nella storia del torneo. Gara speciale per il difensore Marquinhos che eguaglia Kaká, Gilberto Silva e Roberto Carlos come il quinto giocatore brasiliano con il maggior numero di partite giocate nelle qualificazioni del Sudamerica al Mondiale (27).

Nessun problema anche per l’Argentina che batte 3-0 il Venezuela e continua l’inseguimento alla vetta, distante quattro punti. La Vinotinto, invece, è già certa di chiudere il girone all’ultimo posto. Vantaggio di Nico González al 35’ con un tap-in da due passi su cross di De Paul, e al 79’ raddoppia Di Maria con un bellissimo scavetto da fuori area. Tris di Messi all’82’ con un tocco da pochi passi. L’Albiceleste non ha mai perso in casa contro il Venezuela nelle qualificazioni sudamericane, e arriva alla sesta gara consecutiva in casa senza subire gol: è la sua striscia più lunga nella competizione. Con questa vittoria, inoltre, tocca quota 20 partite di imbattibilità nel torneo, raggiungendo la sua serie positiva migliore nella storia delle qualificazioni.

La Colombia torna in corsa, l’Uruguay vola in Qatar

È festa per l’Uruguay che batte 1-0 il Perù e vola al Mondiale in Qatar con una giornata d’anticipo, firmando la terza vittoria consecutiva nelle qualificazioni. La Blanquirroja fallisce la sfida decisiva per sorpassare la Celeste al quarto posto e adesso può sperare solo di mantenere la quinta posizione per andare allo spareggio intercontinentale. A decidere la sfida è il gol di De Arrascaeta al 42’ con una ribattuta vincente dopo la traversa colpita da Giménez. Dopo la sua peggiore serie storica di sconfitte nelle qualificazioni sudamericane (4), l’Uruguay ha piazzato tre vittorie di fila per la prima volta dal 2013.

Dopo sette partite a digiuno di vittorie e di gol, la Colombia torna al successo battendo 3-0 la Bolivia e tornando in corsa per il quinto posto che vale lo spareggio. Terza sconfitta consecutiva per la Verde che era già fuori dai giochi e resta al penultimo posto. Vantaggio di Luis Díaz al 39’ con un gran destro a giro nell’angolino, poi Muñoz sfiora il raddoppio colpendo un palo. Gol che arriva al 71’ grazie a Borja con un colpo di testa, tris di Uribe al 90’ con un tuffo da due passi.

Festeggia anche l’Ecuador

Sconfitta indolore per l’Ecuador che perde 3-1 in Paraguay ma festeggia la qualificazione ai Mondiali con un turno d’anticipo, in virtù degli altri risultati. Vittoria utile solo per le statistiche per l’Albirroja, che torna a vedere i tre punti nelle qualificazioni dopo sette gare a secco. Padroni di casa in vantaggio al 9’ con un destro di Morales sotto la traversa, raddoppio nel recupero del primo tempo con un’autorete clamorosa di Hincapié che fa un retropassaggio troppo potente al portiere mandando il pallone nella propria porta.

Enciso sfiora il tris colpendo la traversa ma il terzo gol arriva comunque al 54’ grazie ad Almirón con una bella giocata in area. Caicedo accorcia le distanze all’85’ su rigore, poi tre minuti dopo il Paraguay resta in dieci uomini per l’espulsione di Riveros. Ancora Caicedo colpisce la traversa nel finale. L’Ecuador è l’unica squadra ad aver perso tutte le trasferte in Paraguay nelle qualificazioni sudamericane (9). L’Albirroja, inoltre, torna a segnare almeno tre reti in casa dopo 19 partite: l’ultima volta a settembre 2013 con un 4-0 alla Bolivia.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui