Supercoppa Italiana, definito il tabellone per l’edizione 2024/25

0

Con l’esito della finale di Coppa Italia, Juventus-Atalanta, vinta dai bianconeri e i primi due posti in Serie A già matematicamente conquistati dalle due milanesi, si è delineato ufficialmente il tabellone per la Supercoppa Italiana. 

Va ricordato come infatti già dalla stagione in corso e ufficialmente anche per la prossima la Lega Serie A, ha deciso di far disputare la Supercoppa in versione “Final Four”. A qualificarsi dunque all’edizione sono le prime due squadre del campionato e le due finaliste di Coppa Italia. 

Per la seconda volta consecutiva infatti, arrivano in finale di Coppa Italia due squadre che non hanno chiuso la stagione nei primi due posti. Questo permette casualmente di favorire la formula della “Final Four”, senza creare polemiche. 

Supercoppa Italiana, definito il tabellone per l'edizione 2024/25

In attesa di capire per quanto tempo questo modello “copiato” dalla Liga Spagnola andrà avanti, le premesse per un’altra edizione avvincente ci sono. La prima ha visto il successo dell’Inter in finale sul Napoli, con le due squadre ad avere la meglio su Lazio e Fiorentina nelle semifinali. 

La Supercoppa Italiana si giocherà di nuovo in Arabia Saudita con le partite in programma intorno alla metà di Gennaio 2025

Supercoppa Italiana: ecco la composizione del tabellone dell’edizione 2024/25

Le due semifinali saranno: Inter-Atalanta e Juventus-Milan. Rispettivamente dunque la vincitrice dello scudetto e la vincitrice della Coppa Italia, potranno incontrarsi solamente in finale, come accaduto in questa edizione. 

Possibile inoltre proprio la rivincita della finale di Coppa Italia di ieri sera, in caso di vittorie di Atalanta e Juventus. Non impossibile poi vedere in finale il derby di Milano, coi rossoneri che potrebbero provare a vendicarsi della finale di Supercoppa 2022/2023, cosi come un derby lombardo Milan-Atalanta.

Supercoppa Italiana, definito il tabellone per l'edizione 2024/25

Ricordiamo che la formula delle partite è incontro in gara secca di 90′, e in caso di parità si va direttamente ai calci di rigore

I 4 club qualificati incasseranno un elevato compenso economico, con cifre simili a quelle della passata edizione. La vincitrice infatti dovrebbe ricevere un assegno economico di circa 8 milioni, mentre i restanti 20 dovrebbero essere spartiti tra gli altri 3 club e la Lega. 

I soldi insomma vanno a discapito della passione dei tifosi, dato che in pochi potranno raggiungere Riad per assistere a queste “final four“. 

 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui