Supercoppa Italiana, Napoli-Fiorentina, Italiano: “Dovevamo alzare i ritmi”

0

La Fiorentina deve salutare l’Arabia Saudita, perchè la semifinale di Supercoppa se la prende il Napoli con un sonoro 3-0, condannando Italiano a una pesante sconfitta da digerire. I viola non riescono a ripetersi dopo aver raggiunto le finali di Coppa Italia e Conference League. Brutta sconfitta da cui servirà una ripartenza in campionato. 

Supercoppa, Italiano su Napoli-Fiorentina: “Dobbiamo toglierci di dosso la paura di tirare i rigori”

Niente da fare, in finale di Supercoppa ci andrà il Napoli e non la Fiorentina di Vincenzo Italiano, caduta amaramente per 3-0. Le rete dell’ex Simeone e l’incredibile doppietta di Zerbin mandano in finale i campioni d’Italia, mentre la Fiorentina sarà invece di ritorno verso l’Italia. Nel mezzo quel rigore di Ikonè, calciato male, e che avrebbe potuto riaprire una partita a favore dei viola. Alla fine del match ha parlato il tecnico viola, Vincenzo Italiano

Sulla partita Italiano analizza così la sconfitta dei suoi: “C’è da fare intanto i complimenti al Napoli. La partita ci ha sorpreso, anche se siamo stati in partita, abbiamo creato occasioni. c’è stato il rigore sbagliato e anche il gol annullato. Dovevamo sbilanciarci di più e magari portarla ai rigori“.

Sul rigore sbagliato da Ikonè il tecnico difende il suo giocatore: “Ikonè è un giocatore che si ferma a batterli, fa parte dei rigoristi. Era in fiducia e gliel’hanno concesso, visto che l’aveva anche guadagnato. È ovvio che li sa battere e si allena su questo, ma un po’ questa fobia dal dischetto dobbiamo bloccarla. A parte Nico, gli altri stanno sbagliando e dobbiamo rimediare, perchè molte partite le perdiamo anche a causa di questo“. 

Una sconfitta che è arrivata in maniera inaspettata, visti i risultati in campionato e Conference. Italiano rimprovera i suoi sull’atteggiamento: “No, sinceramente non salvo nulla perchè l’obbiettivo era la finale. Dovevamo alzare i ritmi. Era difficile scardinare il Napoli e la sua difesa. Spesso siamo sterili e altre volte concrete. Non essendo rapidi abbiamo perso anche lucidità. Ci ho creduto perchè magari con un guizzo potevamo prendere coraggio e ribaltarla“.

Una cosa che aveva contraddistinto la Fiorentina era quella di mettersi a specchio contro le squadre che giocano a tre in difesa. Italiano stasera invece non ha ripetuto la strategia utilizzato contro il Bologna e ne ha parlato così: “Perchè con il Bologna avevamo qualche assenza ed era stata preparata con una strategia diversa. Oggi abbiamo sofferto meno sugli esterni. oggi avevamo cambi che potevano cambiare la partita e abbiamo ribaltato pallone. Ci capitano partite in cui siamo sterili e non riusciamo a fare risultato. Il Napoli ci ha limitato e bisogna fargli i complimenti”. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui