Supercoppa italiana, Napoli-Inter (0-1), Inzaghi: “La vittoria è merito dei ragazzi”

0

L’Inter vince la Supercoppa contro il Napoli e Simone Inzaghi si conferma il “re di coppe” portando a casa il trofeo per la terza volta consecutiva. Una partita lottata e di grande intensità, che lascia ancora una volta la firma di Lautaro Martinez. Nel finale di gara ha parlato il tecnico nerazzurro dopo questa importante vittoria.

Supercoppa, Inzaghi su Napoli-Inter (0-1): “Grande lavoro dei subentrati”

È la notte dell’Inter, è la notte di Simone Inzaghi che torna a vincere nuovamente una coppa e stavolta sul Napoli campione d’Italia. A Riyadh a decidere la partita è nuovamente Lautaro Martinez (a segno contro la Juventus nel 2022 e a segno contro il Milan nel 2022) con un gol che annulla ogni speranza del Napoli. Gli azzurri in dieci per espulsione di Simeone avevano resistito, fino alla rasoiata del Toro. Per il “demone di Piacenza” è la terza Supercoppa con l’Inter, mentre la quinta in carriera comprese quelle con la Lazio. Adesso è l’allenatore più vincente della competizione. 

Simone Inzaghi ha commentato così la vittoria della Supercoppa: “Oggi è stata una partita difficile, perché il Napoli ha dimostrato di essere una grande squadra. Sono stati bravi, ci hanno tenuto testa anche in dieci approfittando anche di qualche nostra imprecisione. Per quanto riguarda i miei devo fare i complimenti. Era una cosa nuova per tutti e questo è un grande risultato“. 

Inzaghi è l’allenatore più vincente della Supercoppa dopo stasera. Nonostante il risultato personale Inzaghi non si lascia andare. “Io sono soddisfatto per i ragazzi, per come lavorano, per la società che in questi tre anni con difficoltà non ci ha fatto mancare nulla. Un grazie ai tifosi che sono venuti qui e il gol di Lautaro è una dedica per loro“. 

Su come vincere le finali anche qui il tecnico non si sbilancia: “Chiaramante ce ne sono pochi, bisogna avere una grande squadra. questa era una cosa nuova. Ero ottimista fino a un certo punto. Dovevamo preparare la partita in cui eravamo stanchi e con qualche giocatori affaticato”

Ottima l’azione del gol, mentre Barella stasera è apparso agitato. Inzaghi ne parla così: “Ma, chiaramente Barella stasera ha sbagliato, ma è il primo a capirlo e sta lavorando. Deve migliorare, ma si tratta di un top player. C’è un arbitro che prende decisioni e ci ha penalizzato questa volta. Quest’anno è migliorato, ma deve fare ancora meglio. Pavard è stato bravo, ma bisogna fare gli applausi anche a Sanchez e Frattesi per il velo. I subentrati ci hanno dato una grande mano“. 

Sulla scomparsa di Gigi Riva: “L’abbiamo saputo nello spogliatoio. Un grande campione, grande uomo e personaggio che ci mancherà. Colgo l’occasione per fare le condoglianze alla famiglia“. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui