Svizzera, l’avversaria dell’Italia agli ottavi di Euro2024

0
Svizzera, l’avversaria dell’Italia agli ottavi di Euro2024

Dopo aver superato la fase a gironi tra mille patemi, chiusa al secondo posto grazie al gol di Zaccagni allo scadere del match contro la Croazia, per l’Italia è tempo di pensare agli ottavi di finale dove la nostra nazionale si troverà davanti, per proseguire la sua avventura ad Euro2024, un’avversaria dura: la Svizzera

La nazionale di Luciano Spalletti si troverà davanti una squadra che nel recente passato ci ha bloccato più volte, impedendoci anche di andare al Mondiale in Qatar. Squadra ostica, scorbutica e piena di giocatori esperti che ben conoscono la nostra Serie A, i rosso-crociati possono causarci vari problemi.

Consapevoli che serviranno ben altre prestazioni da parte degli azzurri per provare a difendere il titolo conquistato tre anni fa, vediamo i punti di forza degli elvetici in vista del match di Berlino, in uno stadio che ci evoca ottimi ricordi ripensando alla magica notte del Luglio del 2006. 

Ecco il percorso della Svizzera, avversaria dell’Italia agli ottavi, nel girone di Euro2024

La formazione rosso-crociata guidata dal ct Murat Yakin ha totalizzato 5 punti nel Gruppo A, quello coi padroni di casa della Germania, Ungheria e Scozia. Dopo il successo convincente all’esordio per 3-1 sull’Ungheria del ct Marco Rossi, gli elvetici sono incappati in due pareggi consecutivi

Ma non ci si faccia ingannare da questi ultimi due risultati perché, se contro la Scozia il pareggio è stato tutto sommato deludente anche se propedeutico al passaggio del turno, contro la Germania è invece arrivato sotto forma di beffa

xhaka-svizzera-696x392-1-2 Svizzera, l'avversaria dell'Italia agli ottavi di Euro2024

L’1-1 firmato da Fullkrug allo scadere del match, infatti, ha privato la Svizzera del primo posto nel gruppo, dando prova però delle capacità della selezione elvetica. Squadra tosta, con una buonissima organizzazione difensiva e che sa far giocare male gli avversari. 

I gol fatti nella fase a gironi sono stati 5 mentre quelli subìti 3, uno in ciascun match disputato. Difficile insomma segnare più di un gol alla Svizzera, campanello d’allarme non da poco per la nostra selezione fin qui molto poco prolifica.

A brillare in questa fase a gironi tra i vari giocatori elvetici sono stati anche alcune conoscenze passate e presenti del nostro calcio. In particolare, ben hanno fatto sotto porta i due giocatori del Bologna Ndoye e Aebischer, oltre all’ex interista Shaqiri.

Come gioca la Svizzera, avversaria dell’Italia agli ottavi di Euro2024, modulo e ideologia tattica del ct

Il commissario tecnico degli elvetici Murat Yakin, pilastro difensivo della nazionale tra il 1994 e il 2004, ama giocare con il 3-4-2-1. Questo sarà dunque il modulo con cui scenderà in campo la squadra svizzera anche sabato pomeriggio alle 18:00 all’Olympiastadion di Berlino.

Le trame di gioco che la squadra va a mettere in campo sono diverse a seconda del risultato. Non c’è dunque una ricerca ossessiva di un tipo di gioco, ne di dominio ne solamente fatto di difesa e contropiede. Si cerca equilibrio e copertura difensiva si, ma in varie fasi anche pressing e possesso.

Yakin_MG9_0298-1 Svizzera, l'avversaria dell'Italia agli ottavi di Euro2024
Ecco il ct della Svizzera che Murat Yakin, che ha già fermato l’Italia nel 2021 anche grazie al rigore sbagliato da Jorginho.

Abili a far giocare male gli avversari attraverso falli tattici, pressing e duelli fisici, gli elvetici sono un’osso estremamente duro da superare. Tatticamente compatti e strutturati fisicamente, sanno anche operare buone azioni di contropiede grazie a calciatori veloci come Ndoye, Embolo e Duah.

Sono dunque varie le armi a disposizione della formazione svizzera dunque, che punta soprattutto sull’esperienza dei suoi veterani, pur avendo nell’11 titolare anche giovani interessanti. 

Ecco le stelle degli elvetici da tenere d’occhio

La squadra allenata da Yakin fa della forza del gruppo la sua caratteristica principale, ma all’interno di questo spiccano alcune individualità. Prima su tutte quella di Granit Xhaka, capitano della formazione svizzera e leader carismatico e tecnico. 

Autore di anni ad alti livelli in Premier League, quest’anno è stato il faro del centrocampo del meraviglioso Bayer Leverkusen di Xabi Alonso. Tutte le trame di gioco degli elvetici passano dai suoi piedi, ed è senza dubbio uno dei giocatori più qualitativi della sua nazionale. 

Oltre a Xhaka vanno poi menzionati Yann Sommer, Akanji e Xherdan Shaqiri. Il primo è l’espertissimo estremo difensore dell’Inter che vanta anche tanti anni di esperienza in Bundesliga. Leader della retroguardia, bravo tra i pali e fortissimo a parare i rigori, è uno dei punti di forza della svizzera. 

Akanji è uno dei pilastri della difesa elvetica e del Manchester City di Guardiola, vanta grande esperienza internazionale, ed è molto bravo nella marcatura. Spesso autore di gol pesanti forma un ottimo terzetto coi compagni Shar e Ricardo Rodriguez. 

shaqiri-svizzera Svizzera, l'avversaria dell'Italia agli ottavi di Euro2024

Shaqiri invece, anche lui con un passato nel nostro calcio, ora milita in MLS. Non più titolare fisso, è comunque sempre in grado di lasciare il segno con gol spettacolari come quello realizzato contro la Scozia in questo Europeo. In gol nelle principali manifestazioni dei tornei con la Svizzera consecutivamente dai Mondiali del 2014, vorrà ancora ben figurare.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui