Tabellino Europa League: i gironi aggiornati

0

Concluse le prime due giornate, il tabellino Europa League presenta una situazione particolare con alcune favorite che non sono partite benissimo. Per quanto riguarda le italiane, ovvero Lazio e Roma, non c’è stata una buonissima partenza, dato che entrambe contano un successo e un ko. Molte le compagini imbattute e alcune a punteggio pieno, nonostante quasi tutti i gruppi si rivelino – per gran parte – equilibrati, essendoci almeno 2/3 club alla pari. Ecco allora i gironi aggiornati.

Europa League, il tabellino con la situazione girone per girone

Come per la Champions League, anche in Europa League si presenta lo stesso modello: otto gironi da quattro squadre, con un totale di 32 partecipanti. Le due compagini italiane hanno chiaramente l’obiettivo di chiudere in cima e di farlo il prima possibile, così da archiviare la pratica e mettere in cassaforte il passaggio del turno. Per adesso, però, è tutto in bilico per i due club della capitale italiana.

Di seguito, dunque, il tabellino Europa League con la situazione girone per girone:

GRUPPO A

  1. Bodø/Glimt: 4 punti
  2. Arsenal: 3 punti
  3. PSV: 1 punto
  4. Zurigo: 0 punti

GRUPPO B

  1. Rennes: 4 punti
  2. Fenerbahce: 4 punti
  3. AEK Larnaca: 3 punti
  4. Dinamo Kiev: 0 punti

GRUPPO C

  1. Real Betis: 6 punti
  2. Ludogorets: 3 punti
  3. Roma: 3 punti
  4. HJK: 0 punti

GRUPPO D

  1. Braga: 6 punti
  2. Royale Union Saint-Gilloise: 6 punti
  3. Union Berlino: 0 punti
  4. Malmo: 0 punti

GRUPPO E

  1. Real Sociedad: 6 punti
  2. Manchester United: 3 punti
  3. Sheriff: 3 punti
  4. Omonia: 0 punti

GRUPPO F

  1. Feyenoord: 3 punti
  2. Midtjylland: 3 punti
  3. Lazio: 3 punti
  4. Sturm Graz: 3 punti

GRUPPO G

  1. Friburgo: 6 punti
  2. Qarabag: 3 punti
  3. Nantes: 3 punti
  4. Olympiacos: 0 punti

GRUPPO H

  1. Ferencváros: 6 punti
  2. Trabzonspor: 3 punti
  3. Monaco: 3 punti
  4. Stella Rossa: 0 punti

Obiettivo qualificazione: il rendimento delle italiane

Reduce da un finale di stagione scoppiettante – con la vittoria della Conference League – la Roma ha aspettative molto alte. Dopo aver costruito un’ottima squadra ci si attende tanto, anche se la partenza in Europa non è stata semplice. La sconfitta per 2-1 contro il Ludogorets ha frenato i giallorossi, bravi poi a vincere per 3-0 contro l’Helsinki (HGK). Per adesso Mourinho si accontenta del terzo posto.

La Lazio, invece, ha fatto il percorso inverno. Ha vinto alla prima giornata contro il Feyenoord per 4-2 conquistando il primo successo. I biancocelesti sono però crollati del tutto contro il Midtjylland, perdendo addirittura 5-1. Il loro girone, il gruppo F, è quello che vede la situazione più anomala: tutti i club sono a 3 punti, con una vittoria e una sconfitta.

Ancora in forse il passaggio del turno per le due italiane.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui