Tiago Pinto è il nuovo direttore sportivo della Roma

0

Sembra che la nuova presidenza stia dando una spinta importante sia in campo che negli uffici in quel di Trigoria. In mezzo al terreno di gioco i risultati stanno arrivando ed il rientro in zona Champions ne è la conferma. Anche a Piazza Affari il titolo giallorosso sta avendo un’impennata clamorosa e Friedkin sta gongolando. Nel frattempo, si gode il nuovo direttore sportivo della Roma arrivato dal Benfica: Tiago Pinto.

Tiago Pinto è il nuovo ds della Roma

Dopo un commissariato di Guido Fienga, il portoghese approderà nella capitale il 1 gennaio. Il management della divisione multisportiva dal 2012 al 2017 ha fatto da preambolo per una grande carriera da D.S. A 36 anni si è costruito una nomea importante nel settore tanto che Friedkin è rimasto incantato dal nuovo adepto. In patria è stato soprannominato il mago delle cessioni per via della sua grande capacità nel piazzare gli esuberi. 400 sono stati i milioni guadagnati dal manager in appena 4 anni: il calcolo vien da sé e i 100 milioni annui certificano l’ottimo lavoro dell’iberico. Le cessioni più emblematiche sono state quelle di Joao Felix all’Atletico Madrid (120 milioni) e Ruben Dias al Manchester City (72 milioni). Entrate che hanno generato plusvalenze abnormi, ma che hanno anche permesso di acquistare dei talenti mondiali come Everton Soares, Julian Weigl e Nicolas Otamendi.

“Sono lieto e onorato di entrare a far parte della Roma in un momento così entusiasmante per lo sviluppo del club”, afferma Tiago Pinto. “Lasciare il Benfica è stata una decisione molto difficile, visto quello che abbiamo raggiunto insieme negli ultimi otto anni. Ma entrare a far parte di una Roma in fase di rilancio grazie al dinamismo della nuova proprietà è un’opportunità professionale che non potevo rifiutare”. Però il classe 84 non dimenticherà mai il suo Benfica. “Sarò eternamente grato al Benfica per la fiducia e il sostegno e anche a Dan e Ryan Friedkin per avermi dato questa opportunità”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui