Torino, è emergenza a centrocampo per il match contro di Napoli

0

Questa sera a Napoli, andrà in scena il primo anticipo della 28a giornata di Serie A, Napoli-Torino, ed i granata si presentano all’appuntamento in grande emergenza a centrocampo. Saranno in moltissimi a mancare infatti, in quello che probabilmente è l’ultimo appuntamento per il club piemontese, per tentare una rincorsa alla zona europea. 

Le assenze si concentrano in specialmente nel reparto nevralgico del campo, dove rimarranno fuori Tameze, Ilic e Ricci. Il centrocampista francese non ha ancora recuperato dal problema muscolare rimediato in allenamento il 23 Febbraio, e dovrebbe rientrare solamente nel prossimo match.

Torino, è emergenza a centrocampo per il match contro di Napoli

Il serbo contro la Fiorentina ha riportato la lesione del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro e sarà fuori a lungo, probabile rientro per le ultime giornate di campionato.

Ricci invece, è out per esser stato squalificato dopo aver protestato contro l’arbitro, reo di non aver immediatamente ammonito un centrocampista della Fiorentina su una ripartenza granata. A mancare inoltre sarà poi anche il tecnico Juric, squalificato per due giornate dopo una pesante lite con Italiano. 

Torino, ecco il possibile centrocampo per Napoli data l’emergenza

A guidare i granata sarà il vice di Juric, Matteo Paro, che dovrà esser bravo a trasmettere ai suoi la stessa grinta del tecnico croato. Il modulo con cui i piemontesi scenderanno in campo questa sera dovrebbe essere il classico 3-4-1-2

Nel reparto nevralgico del campo dovrebbero essere schierati Linetty e Gineitis, gli unici due centrocampisti di ruolo disponibili. Al vaglio anche l’ipotesi di un abbassamento in mediana di Vlasic, per dare più qualità e consistenza alla manovra. In questo caso lo schieramento potrebbe essere una sorta di 3-5-2 in fase di non possesso. 

Torino, è emergenza a centrocampo per il match contro di Napoli

Per fortuna dei granata invece, negli altri reparti la coperta è un po’ più lunga e questo può permettere una maggior rotazione degli uomini. E anche, di conseguenza, la possibilità di provare a cambiare il match inserendo forze fresche dalla panchina. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui