Torino, si tratta col Venezia per mister Vanoli: accordo vicino!

0

Il mister artefice della promozione del Venezia, Pietro Vanoli, potrebbe disputare la Serie A nella prossima stagione non sulla panchina dei lagunari, bensì al Torino. Il club granata infatti, visto il mancato rinnovo con Juric, hanno messo nel mirino l’allenatore nativo di Varese. 

A mancare per le firme tra il club di Cairo e il nuovo allenatore è l’accordo tra le due società. Vanoli è legato da un contratto col Venezia fino al 2026, e il club arancio-verde sta facendo il possibile per tenerlo con sé. 

Torino, si tratta col Venezia per mister Vanoli: accordo vicino!

Alla fine dovrebbe arrivare l’accordo tra le parti anche considerando la volontà del tecnico 51enne, ma non senza un’esborso economico o tecnico da parte dei piemontesi.

Per sbloccare l’affare e partire con un nuovo ciclo in panchina infatti, si punta o a pagare la clausola di un milione di euro che si è attivata con la promozione in A, o ad inserire un giocatore come contropartita. I nomi che potrebbero sbloccare la situazione sono 3: Karamoh, Seck e Dembelè. 

L’offerta del Torino a Vanoli tecnico del Venezia e il possibile modulo in caso di fumata bianca

L’offerta recapitata a Pietro Vanoli è di quelle importanti, si tratta infatti di una proposta biennale più opzione fino al 2027. Il prolungamento di un’ulteriore stagione, potrebbe scattare in base al raggiungimento di determinati obiettivi nel corso del biennio. 

Anche l’ingaggio sul piatto per convincere il tecnico a trasferirsi all’ombra della Mole è di quelli importanti, Vanoli passerebbe infatti dal guadagnare circa 700.000 euro, a prenderne quasi il doppio. Oltre dunque al compenso da più di un milione di euro, per l’allenatore sarebbe previsto un ricco bonus in caso di qualificazione in competizioni europee.

Torino, si tratta col Venezia per mister Vanoli: accordo vicino!

Il modulo che potrebbero utilizzare i granata è il 3-5-2, in continuità dunque con gli anni con Ivan Juric alla guida. Aspetto questo non secondario, visto che i ritocchi da fare alla rosa dovrebbero essere apportati si, ma non sarebbero poi troppi. 

Inoltre con un modulo uguale al recente passato, anche i tempi di apprendimento dei vari schemi tattici del nuovo mister, sarebbero nettamente minori.

 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui