Udinese-Inter, Gotti: «Dobbiamo gestire meglio gli episodi»

0

Il buon pareggio contro l’Atalanta può essere viatico di una svolta nella stagione dell’Udinese, che domani è però attesa dal difficile impegno casalingo contro l’Inter: Gotti non vince da otto partite e la zona rossa della classifica non è lontana. L’ultimo successo dei friulani contro i nerazzurri in campionato risale al 2017, colpo per 1-3 a “San Siro” contro l’Inter di Spalletti. L’ultima vittoria in casa, invece, è il 3-0 del 6 gennaio 2013.

Udinese-Inter, mister Gotti alla vigilia: «Voglio lo stesso atteggiamento di mercoledì»

Ai microfoni di Udinese Tv, il tecnico dei friulani Luca Gotti analizza la sfida con i nerazzurri: «L’Inter viene da una partita contro la Juve che può dare linfa ed energia. Anche l’Atalanta era venuta qui in ottimo stato di salute quindi non dobbiamo pensare a quello. Se vogliamo basarci su indicazioni concrete possiamo fare tesoro di quello che ci è capitato nell’ultima partita contro di loro lo scorso anno. Siamo stati bravi per 70 minuti. Al primo episodio però, l’Inter era andata avanti e ci siamo disuniti. Ci siamo poi spaventati prendendo il secondo gol prima di ricominciare ad avere un ottimo atteggiamento. Intanto, però, i buoi erano scappati. Allora la bravura e la crescita della mia squadra devono stare nel non accontentarsi delle buone prestazioni e del buon atteggiamento ma gestire meglio gli episodi. E’ quello che ti fa fare bottino pieno».

L’Udinese cerca conferme dopo la buona prova di due giorni fa: «Domani mi aspetto lo stesso atteggiamento di mercoledì. Serviranno compattezza, unità e voglia di lavorare insieme. La partita è simile ma non uguale. L’Inter è una squadra molto forte ma con caratteristiche diverse. Concede e chiude delle situazioni diverse rispetto all’Atalanta quindi noi dobbiamo saper leggere in maniera diversa le situazioni specifiche che ci saranno in campo».

Formazione: «Su Nuytinck e Walace deciderò domattina»

Un risultato positivo contro la lanciatissima Atalanta: «E’ stato un punto importante, a maggior ragione contro una grande squadra. Una prestazione simile a quella contro il Napoli che, dal mio punto di vista, era stata migliore in tutte e due le fasi ma il punto non era arrivato. Questo ci insegna che non c’è nulla di scontato in nessuna partita».

Nessun indizio sulle scelte di formazione: «Abbiamo 24 ore ancora dall’inizio della partita di domani. Mi prenderò tutto il tempo a disposizione per valutare il recupero di chi ha giocato più minuti o gli acciacchi e sulla base di questo deciderò con serenità. Nuytinck è molto vicino al rientro in campo. Walace oggi non si è allenato ma per entrambi ci sarà un test domani mattina che mi darà qualche risposta».

Gotti traccia un bilancio della prima parte di stagione: «Poteva andare meglio sotto il profilo dei punti per quanto fatto vedere in campo con le prestazioni. A parole è molto facile fare calcio. La realtà è fare i conti con le condizioni reali di salute e fisiche dei calciatori in relazione al tipo e a un numero incredibile di infortuni che ci è capitato in questi mesi».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui