Udinese-Juventus, Allegri: “Szczesny grandissimo portiere”

0

Massimiliano Allegri ha parlato al termine di Udinese-Juventus; per il tecnico toscano un ritorno sulla panchina decisamente amaro. 

L’allenatore ex Milan può assolutamente ritenersi soddisfatto per i primi quarantacinque minuti; nel secondo tempo la Juventus è calata fisicamente e gli errori del fedelissimo Szczesny costano caro ad Allegri.

Udinese-Juventus, Allegri: “Questione di testa”

Massimiliano Allegri ha parlato al termine della partita contro l’Udinese: “Non si possono prendere due gol in una partita come quella odierna, non dovevamo assolutamente prendere due gol. Bisogna solamente lavorare e registrare bene questi momenti della partita. Non è una questione tecnica, ma di testa, i gol gli avversari devono farli quando se lo meritano, non quando facciamo noi errori così. Gli errori tecnici capitano, ma oggi è stata questione di testa. Oggi dovevamo partire con una bella vittoria, netta. Il fatto è che in quel momento lì la palla doveva andare in tribuna o fuori dallo stadio, perché da quell’episodio poi siamo qui a discutere di un’Udinese che ha fatto un’ottima gara“.

Su Locatelli: “Può giocare sia da play sia da mezzala, soprattutto se ne hai due a metà campo che gestiscono. È un po’ indietro di condizione, poi oggi Ramsey ha fatto una buona partita”. 

“Ho parlato con Ronaldo”

Allegri ha parlato cosi di Cristiano Ronaldo: “Sta bene, ho parlato con lui. Vedendo l’inizio della stagione, la condizione e la partita gli ho detto di andare in panchina. Lui si è messo a disposizione, è entrato e aveva pure segnato. Dobbiamo migliorare tutti nella gestione. Oggi mi sono trovato per la prima volta con 5 sostituzioni, era uno novità anche per me. Quelli che sono entrati si sono messi a disposizione, in questo momento della stagione c’è bisogno di cambi“.

Su Szczesny: “So già che mi chiederanno Szczesny e ne scriveranno domani sui giornali. È un grandissimo portiere, non è questione tecnica. Bisogna capire il momento, a volte tirare il pallone in tribuna non è vergogna”. 

Ha parlato anche di Barzagli nuovo opinionista di DAZN: “Ho sentito ora. È bravo, parla con personalità. Se mi faceva domande da calciatore? Era un professore, talmente bravo che non bisognava dirgli niente. Nel mio staff? Non ha voglia. È entrato Padoin che è veramente bravo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui