Udinese-Napoli (1-1), Calzona: “Pensavo di poter incidere di più”

0

Francesco Calzona, allenatore del Napoli, ha parlato al termine del brutto pareggio per uno a uno contro l’Udinese allenato da Fabio Cannavaro. Al Bluenergy Stadium i partenopei sprecano, per l’ennesima volta, il vantaggio creato e non riescono a portare a casa tre punti importanti nella corsa europea. Per la terza partita gli azzurri si vedono sfuggire via un risultato positivo proprio nel finale del match. Ora per Calzona ci saranno le ultime tre sfide in cui dovrà traghettare questa squadra nella miglior posizione possibile in campionato. L’obbiettivo è l’ottavo posto che varrebbe la Conference League. Ora ci sarà una sfida molto importante, contro il Bologna in casa, per blindare la qualificazione europea e allontanare i tentativi di rimonta della Fiorentina di Italiano e del Torino di Juric. La vittoria della prossima Conference League, che ha aumentato i premi sia delle singole vittorie che complessivi, varrebbe quasi 10 milioni di euro più i vari incassi del botteghino.

Udinese-Napoli, Calzona: “Annata in cui gira tutto male”

Il tecnico degli azzurri ha commentato cosi la partita di oggi: “Nel primo tempo bisognava muovere la linea difensiva dell’Udinese e non ci siamo riusciti. Non trovavamo la profondità e il ritmo era basso. Nella ripresa è andata meglio, abbiamo creato delle occasioni, purtroppo subiamo sempre gol nel finale. E’ un’annata in cui gira tutto male. Quando la partita si sporca, andiamo in difficoltà. Ho chiesto di fare un possesso lontano dalla nostra porta. Non ci siamo riusciti e l’Udinese ha pareggiato. Dovevamo raddoppiare perché prendiamo sempre gol. Siamo mancati nell’uno contro uno soprattutto nel primo tempo, siamo stati lenti a girare la palla. Pensavo di poter incidere di più, ma non è stato così”. 

Su un possibile futuro come collaboratore del prossimo allenatore del Napoli: “Non mi è stato proposto nulla. Se il Napoli prende un allenatore, porterà il suo staff. Credo sia improponibile questo. Le voci sul futuro sicuramente non hanno aiutato, ma non devono rappresentare un alibi. Qualcosina è migliorato, ma non basta. Dobbiamo vincere le partite“.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui