Uefa, decisione storica: abolita la regola dei goal in trasferta!

0
Uefa, decisione storica: abolita la regola dei goal in trasferta!

La Uefa, attraverso un comunicato sul proprio sito, ha annunciato l’abolizione della regola dei goal in trasferta. Questo annuncio cambia radicalmente il volto delle competizioni europee (Champions ed Europa League) già a partire dalla prossima stagione.
Per molti la decisione viene presa con colpevole ritardo; tanti passaggi del turno infatti si sono decisi proprio grazie a questa regola. 

Uefa, il comunicato: “Abolita la regola dei goal in trasferta” 

La Uefa ha diramato il comunicato ufficiale pochi minuti fa: “A seguito della raccomandazione della Commissione Competizioni Club UEFA e della Commissione Calcio Femminile UEFA, il Comitato Esecutivo UEFA ha approvato oggi una proposta per rimuovere la cosiddetta regola dei goal in trasferta da tutte le competizioni UEFA per club”. 

Il nuovo regolamento

La Uefa spiega  come cambieranno i criteri di passaggio del turno: ”La regola del goal in trasferta è stata applicata per determinare il vincitore dopo un doppio pareggio in sia ad eliminazione diretta. Nel caso in cui le due squadre avessero segnato lo stesso numero di goal complessivo nell’ambito delle due partite. In tali casi, la squadra che aveva segnato il maggior numero di reti in trasferta veniva considerata vincitrice e qualificata al turno successivo della competizione. Se le due squadre avevano segnato lo stesso numero di goal in casa e in trasferta al termine dei tempi regolamentari del ritorno, si giocavano i tempi supplementari, seguiti dai calci di rigore”.

Sull’eliminazione di questa regola: “Con la decisione di eliminare tale regola i confronti nei quali le due squadre segnano lo stesso numero di reti nelle due gare, non verrebbero più decisi dal numero di goal segnati in trasferta. Si giocherebbero due tempi supplementari da 15 minuti. Nel caso in cui le squadre marchino lo stesso numero di reti o nessuna durante i supplementari, sarebbero i calci di rigore a determinare il passaggio del turno”. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui