UFFICIALE – Atalanta, Gollini vola al Tottenham

0

La notizia era nell’aria da diversi giorni, col diretto interessato intercettato nel momento delle visite mediche, ma adesso sono arrivati anche i crismi dell’ufficialità. Pierluigi Gollini lascia l’Atalanta dopo quattro stagioni e si accasa al Tottenham. Come si evince dal comunicato della società nerazzurra, l’estremo difensore bolognese si trasferisce a Londra con la formula del prestito, con diritto di riscatto, secondo i rumors, fissato attorno ai 15 milioni di euro.

“Atalanta B.C. comunica la cessione del calciatore Pierluigi Gollini al Tottenham Hotspur a titolo temporaneo con diritto di opzione.

Nel ringraziare Pierluigi per aver contribuito nelle sue quattro stagioni e mezza in maglia nerazzurra al raggiungimento di traguardi che resteranno nella storia del Club, gli auguriamo il meglio, sia dal punto di vista professionale che personale, per questa sua nuova esperienza in Inghilterra.

In bocca al lupo Pierluigi!”

Gollini al Tottenham: l’ultimo della colonia nostrana in Premier League

Con l’acquisto di Pierluigi Gollini, resosi necessario dopo l’arrivo di Juan Musso all’Atalanta, il Tottenham si assicura un ottimo portiere per sostituire Hugo Lloris. Gli spurs sono in piena fase di ricostruzione, e quello di Gollini non sarà l’unico trasferimento alla corte di Nuno Espirito Santo. Da Bergamo, infatti, potrebbe arrivare anche l’argentino Cristian Romero, ma la trattativa è ancora in fase embrionale. Dal canto proprio, Gollini non è il primo portiere italiano della storia ad approdare in Premier League

UFFICIALE - Atalanta, Gollini vola al Tottenham

Tra questi si ricorda in particolare Carlo Cudicini, recordman di presenze in questa categoria con 161 gettoni, tutti con la maglia del Chelsea. Seguono a ruota Vito Mannone con 54 presenze tra Arsenal, Hull City e Sunderland, e Matteo Sereni con 25 presenze, all’Ipswich Town. Più distaccati Marco Ambrosio, ex Chelsea, Massimo Taibi, nella sua sfortunata parentesi col Manchester United, e Daniele Padelli, che ha giocato una sola partita col Liverpool. Dulcis in fundo, si aggiunge a questo elenco anche Marco Amelia, il quale però, pur avendo fatto parte della rosa del Chelsea, non è mai sceso in campo. L’obiettivo di Gollini, senza dubbio, è quello di far meglio di tutti i suoi predecessori, sotto tutti i punti di vista.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui