UFFICIALE – Barak dall’Udinese al Verona

0

Antonin Barak passa dall’Udinese al Verona con la formula del prestito. Previsto obbligo di riscatto al raggiungimento di determinate condizioni. Dopo aver effettuato le visite mediche in data odierna, le due società hanno ufficializzato l’accordo.

Barak lascia l’Udinese: vuole un rilancio

Il calciatore ceco cerca di ritrovarsi a Verona, dopo le ultime due stagioni difficili passate tra Udinese e Lecce. Scoperto ai tempi dello Slavia Praga, con la quale vincerà il titolo in patria ad appena 22 anni, si trasferisce in Friuli nell’estate del 2017. Alla sua prima annata, fa faville: 7 reti e prestazioni di alto livello lo rendono molto appetibile sul mercato. Non arrivano, però, offerte soddisfacenti, e, pertanto, decide di proseguire l’avventura bianconera. La lombalgia acuta lo tiene fuori dai campi per troppo tempo, tanto che nella scorsa stagione passa in Salento nel mercato invernale, non riuscendo ad evitare la retrocessione dei giallorossi. Insomma, un gioiello apprezzato anche dalle big in un passato non troppo remoto, alla caccia del rilancio personale. Trequartista mancino di base, può giocare anche come centrocampista ed è molto duttile. Abile in fase offensiva e nel dribbling, è sicuramente un calciatore che ha i mezzi per prendersi vetrine importanti.

Il Verona non si ferma: obiettivo attaccante

L’arrivo a Verona di Barak dall’Udinese compensa la delusione per la cessione, ufficiale, di Kumbulla alla Roma. Notizia, va detto, di certo non sconvolgente per Juric, ampiamente consapevole dell’addio di uno dei pezzi pregiati della straordinaria stagione scaligera. Il tecnico croato è rimasto per avviare un progetto importante, e per questo si attende ancora qualche innesto. In attacco il sogno è l’attaccante della Fiorentina, Dusan Vlahovic. Tra le più brillanti rivelazioni dello scorso torneo, potrebbe trovare maggior spazio all’ombra dell’Arena. Restano sullo sfondo i nomi di Zequiri, attaccante in forza al Losanna, e quello di Favilli, attaccante del Genoa.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui