UFFICIALE – Napoli: torna Mazzarri per sostituire l’esonerato Garcia

0
UFFICIALE – Napoli: torna Mazzarri per sostituire l’esonerato Garcia

Dopo la cocente sconfitta casalinga per 0-1 contro l’Empoli, il Napoli ha esonerato Rudi Garcia, affidando la panchina, nella giornata di oggi, al “cavallo di ritorno” Walter Mazzarri. Una scelta inevitabile quella presa dalla società azzurra, dopo che il tecnico francese ha ottenuto 21 punti, frutto di 6 vittorie, 3 pareggi e altrettante sconfitte nelle prime 12 di campionato, nonostante il passaggio agli ottavi di finale di Champions League sia praticamente a un passo.

Di conseguenza, dopo un primo sondaggio con l’ex tecnico dell’Olympique Marsiglia Igor Tudor, il presidente Aurelio De Laurentiis ha deciso di affidare la panchina partenopea, 10 anni dopo, a colui il quale rappresenta il principale artefice della rinascita europea del Napoli. Walter Mazzarri, infatti, dapprima ha riportato il Napoli in Europa League, e poi in Champions League, centrando, nel 2012, anche la vittoria della Coppa Italia in finale contro la Juventus. Tutto nel segno dei “tre tenori” Ezequiel Lavezzi, Edinson Cavani e capitan Marek Hamsik, trascinatori indiscussi di quella squadra.

Garcia esonerato: come cambia il Napoli con Mazzarri in panchina

Una volta esonerato Rudi Garcia, e prima di affidare la panchina a Walter Mazzarri, il Napoli ha fatto una serie di considerazioni dal punto di vista tecnico e tattico. La formazione azzurra, infatti, con l’avvento del tecnico livornese vivrà una vera e propria rivoluzione tattica. Da Benitez a Spalletti, infatti, negli ultimi 10 anni i partenopei hanno mantenuto un assetto che prevedesse la difesa a quattro, variando dal 4-2-3-1 al 4-3-3 che ha regalato la gioia del terzo tricolore. Proprio Mazzarri, infatti, è stato l’ultimo a fare ricorso al 3-5-2, e sicuramente non farà eccezioni anche in questa circostanza.

Pertanto, davanti ad Alex Meret, la difesa a 3 dovrebbe essere composta da Amir Rrahmani, Nathan e da Leo Ostigard, che nelle ultime uscite si è imposto di prepotenza nell’undici titolare. Centrocampo a 5 che vedrà scalare in avanti gli esterni difensivi, ovvero capitan Giovanni Di Lorenzo e Mathias Olivera, mentre nella cerniera centrale saranno confermati André Zambo Anguissa, Stanislav Lobotka e Piotr Zielinski. In avanti la coppia d’attacco sarà quella composta da Khvicha Kvaratskhelia e Victor Osimhen, con Matteo Politano pronto a dare il proprio contributo in caso di necessità.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui