UFFICIALE – Pescara, le dimissioni di Zdenek Zeman dopo l’operazione

0

Il mese di febbraio continua a procedere con un ritmo serrato e lo sport più amato del Bel Paese non smette di mandare in visibilio intere schiere di tifosi. Con un perfetto turn over tra giocatori navigati e astri nascenti il calcio non delude l’attesa dei supporters. Ormai la Serie C 2023/2024 entra nel vivo grazie a un turbinio di vittorie e sconfitte che lasciano col fiato sospeso gli appassionati di calcio. Tuttavia oltre ai goal e la celebrazione del fair play, c’è qualcos’altro che rimane al centro dell’attenzione: la permanenza degli allenatori. La conduzione delle squadre, da parte di quest’ultimi, può cambiare l’esito dei match. A vivere un momento delicatissimo è il Pescara, dopo la notizia ufficiale delle dimissioni del mister Zdenek Zeman. Ma cosa è successo? Scopriamolo insieme.

Pescara-Zeman, dopo le dimissioni spunta il sostituto

Ad attirare nuovamente l’attenzione sui Delfini, è lo stravolgimento della panchina. Gli Adriatici nella classifica della Serie C Girone B, occupano il 6° posto con 12 vittorie, 46 goal messi a segno e 41 punti. Tale turning point è stato annunciato dal sito ufficiale del Pescara, con le seguenti dichiarazioni del settantaseienne ceco: “Mi dispiace lasciare in questo momento, ma le vicissitudini personali hanno preso il sopravvento e mi costringono a questa scelta. Ero tornato a Pescara con tanto entusiasmo, spinto da un debito calcistico che volevo estinguere nei confronti di una piazza che mi ha fatto vivere emozioni importanti; lo scorso anno ci siamo andati vicino e speravo sinceramente che quest’anno terminasse diversamente”.

UFFICIALE – Pescara, le dimissioni di Zdenek Zeman dopo l’operazione

In seguito l’allenatore Zdenek Zeman, che verrà sostituito dall’ormai ex vice Giovanni Bucaro, ha pensato anche al futuro del club affermando: “Lascio i ragazzi a persone capaci e in grado di continuare il percorso sportivo. Sono sicuro che con la vicinanza della gente sapranno fare bene. Ringrazio la società che mi è sempre stata vicino, tra noi resterà sempre un rapporto di affetto e amicizia costruito nel tempo e che spero ci faccia tornare presto a vivere altri momenti importanti”. Le vicissitudini a cui fa riferimento l’ex calciatore riguardano l’ultima operazione subita alla carotide, che lo terrà lontano dall’ambito rettangolo per diversi mesi. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui