UFFICIALE – Roma, è De Rossi il nuovo allenatore!

0

Dopo il fulmine a ciel sereno che ha destato sorpresa e sconforto in larga parte della tifoseria della Roma in mattinata dell’esonero di Mourinho, la società giallorossa ha annunciato da poco il nuovo allenatore, che è Daniele De Rossi

Ritorno a casa dunque, per una delle bandiere del club negli ultimi 20 anni, questa volta nelle vesti di allenatore della prima squadra. L’impressione, è che la sua sia stata una scelta fatta dalla famiglia Friedkin per placare i possibili malumori della tifoseria giallorossa. 

UFFICIALE - Roma, è De Rossi il nuovo allenatore!

Il viscerale rapporto d’amore tra i tifosi e lo Special One infatti, interrotto così bruscamente dalla proprietà americana, è una situazione da tenere d’occhio. Possibile infatti, che se nelle prossime partite il trend non migliora a livello di risultati, la tifoseria inizi a contestare pesantemente

Non un ambiente perfetto per iniziare dunque una nuova avventura, ma se c’è una persona in grado di reggere questa pressione adesso, quella è proprio Daniele De Rossi

Ecco come può giocare la Roma con De Rossi come nuovo allenatore

De Rossi che ha finora una sola esperienza, peraltro non esaltante in carriera come allenatore, potrebbe giocare verosimilmente con due moduli. Il primo, quello probabilmente più gettonato è il 3-5-2, lo stesso dunque usato da Josè Mourinho. 

Questo potrebbe essere il modulo scelto, sia per il fatto che il tecnico nativo di Ostia lo ha utilizzato alla Spal nella scorsa stagione, sia per non cambiare molto a livello tattico. Così facendo anche la formazione titolare potrebbe cambiare decisamente poco, rispetto alle ultime uscite. 

UFFICIALE - Roma, è De Rossi il nuovo allenatore!

L’altro possibile modulo che si potrebbe utilizzare è invece il 4-3-3/4-2-3-1, dove in entrambi i casi sarebbe importante capire l’assetto del centrocampo. Possibile infatti soprattutto nel 4-2-3-1 una Roma con Paredes e Cristante in versione doppio play, con davanti Pellegrini, Bove e Dybala a supporto di Lukaku.

Un altro giocatore che potrebbe essere messo meno in discussione è Spinazzola, che ha un forte legame con De Rossi, cementato durante l’ultimo europeo vinto dagli azzurri. 

“Mister Futuro” o traghettatore fino a Giugno?

Il contratto firmato da De Rossi con la Roma prevede 6 mesi, senza ulteriori opzioni di rinnovo. La scadenza è dunque fissata al 30 Giugno 2024, con un premio in caso di qualificazione alla prossima UEFA Champions League

L’idea dunque è valutare l’operato di De Rossi in questi 5 mesi circa, tra campionato ed Europa League, e poi in caso di risultati soddisfacenti ridefinire i termini per un nuovo legame. In caso invece di rendimento non eccezionale, possibile l’inizio di un nuovo progetto tecnico insieme al futuro DS, il cui annuncio è atteso a giorni.

UFFICIALE - Roma, è De Rossi il nuovo allenatore!

Ciò che lascia perplessi è la scelta di affidarsi si ad una bandiera del club, ma al tempo stesso ad un allenatore alle prime armi, con solo un’esperienza fallimentare alle spalle.

L’idea De Rossi, lascia quindi del nebuloso intorno a quelle che sono le reali ambizioni della famiglia Friedkin, che esonerando Mourinho, sperano in una reazione. La quale però non è affatto sicuro che ci sia, anzi.  Forse, l’ideale a questo punto era concludere l’annata sportiva con Mourinho alla guida.

Anche perché è la rosa ad essere assortita male e non il tecnico portoghese il vero problema della Roma. Per De Rossi dunque, è ardua l’impresa. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui