UFFICIALE – Roma, Mkhitaryan resta giallorosso

0

La notizia era nell’aria ormai da tempo, a nella giornata di ieri sono arrivati anche i crismi dell’ufficialità. Henrikh Mkhitaryan resta alla Roma anche nella prossima stagione, stavolta a titolo definitivo. Un annuncio dato in primis dall’Arsenal, ormai ex club proprietario del cartellino, e successivamente dal diretto interessato, attraverso il proprio account Twitter

La classe e l’esperienza oltre gli infortuni: Mkhitaryan è una certezza per la Roma

Quella appena trascorsa è stata una stagione di alti e bassi per la Roma e per tutti i suoi giocatori. Tuttavia, alla sua prima stagione in Serie A, Mkhitaryan si è fatto trovare pronto, andando in rete ben 9 volte e fornendo 6 assist tra le varie competizioni. L’unica pecca la si può trovare in qualche infortunio di troppo, che l’ha costretto a dare forfait in 16 occasioni, limitandone evidentemente il rendimento complessivo.

La classe del trequartista di origini armene, però, è tuttora indiscutibile. In carriera, infatti, Mkhitaryan è emerso nello Shakhtar Donetsk, consacrandosi poi al Borussia Dortmund, agli ordini di mister Jurgen Klopp, che l’ha reso uno dei migliori nelsuo ruolo, a livello europeo. Da qui la chiamata della Premier League e del Manchester United di Josè Mourinho, col quale ha vinto una Europa League, una Coppa e una Supercoppa di Lega inglese. 

Successivamente la parabola discendente e l’avventura non propria positiva con i gunners di Londra, prima dell’approdo alla corte di mister Fonseca. La nuova Roma di Friedkin parte da una delle sue poche certezze: la classe e l’esperienza di Henrikh Mkhitaryan.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui