UFFICIALE – Roma, ritorno last minute di Smalling

0

Ufficiale: Chris Smalling ritorna alla Roma dal Manchester United. Dopo settimane di estenuanti trattative e importanti cessioni, dunque, l’arrivo dell’inglese.

Ufficiale Smalling-Roma, comunicato e accordo

La società giallorossa ha diramato una comunicazione sul proprio sito ufficiale. “L’AS Roma è lieta di annunciare l’ingaggio di Chris Smalling dal Manchester United. Il difensore arriva a titolo definitivo, a fronte di un corrispettivo complessivo pari a 15 milioni di euro. Con il calciatore è stato sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2023. -Nella vita le cose che contano non arrivano mai in maniera facile – ha commentato Chris. -La mia testa e il mio cuore sono sempre rimasti a Roma. Sono molto felice di essere uno di voi. Daje Roma. 

“Smalling torna quindi nella Capitale dopo aver collezionato 37 presenze e tre gol nella scorsa stagione. -Siamo contenti di poter riabbracciare Chris e di riaverlo come uno dei pilastri della nostra squadra -ha dichiarato il CEO del Club Guido Fienga. -Desidero ringraziare il Manchester United per la disponibilità mostrata in questa lunga e tenace trattativa -. Chris tornerà a indossare la maglia numero 6“.

Lo United e il ruolo nella squadra

Più sbrigativo, invece, il commento dei Red Devils. “Dopo 10 anni di servizio a Old Trafford, Chris Smalling lascia il Manchester United per raggiungere la Roma con un trasferimento a titolo definitivo“. La funzione di Smalling per i capitolini potrebbe essere di vitale importanza. Il centrale britannico, infatti, potrebbe guidare un reparto composto da giocatori promettenti ma piuttosto giovani. Pensiamo, in particolare, a Ibanez, Kumbulla e Mancini, tutti con un ampio margine di crescita. Le sue prestazioni, inoltre, porterebbero esperienza alla Roma nella sua avventura in Europa League. La trattativa si è dilungata per questioni burocratiche. Per chiudere l’affare, infatti, mancava l’indice di liquidità, parametro essenziale per il deposito in Lega del contratto. Friedkin ha stretto i denti ed è riuscito a chiudere il colpo in extremis. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui