UFFICIALE – Steve Cooper è il nuovo allenatore del Leicester

0
UFFICIALE – Steve Cooper è il nuovo allenatore del Leicester

Dopo essersi laureato campione della Championship, con conseguente promozione in Premier League sotto la guida di Enzo Maresca, il Leicester è pronto a voltare pagina per affrontare al meglio la prossima stagione nella massima Serie britannica ripartendo con Steve Cooper. Il quarantaquattrenne allenatore nativo di Pontypridd firma un contratto che lo legherà alla panchina delle Foxes fino al 2027. Tecnico di grande affidabilità e carisma, rappresenta il profilo ideale per una neopromossa che intende intraprendere un percorso dignitoso in campionato, provando a non annaspare troppo nella conquista della permanenza in Premier, scongiurando un’altra retrocessione. Andiamo a scoprire un po’ più da vicino quella che è l’esperienza dell’allenatore gallese.

Leicester UFFICIALE - Steve Cooper è il nuovo allenatore del Leicester

Steve Cooper: chi è il nuovo allenatore del Leicester

Cresciuto calcisticamente in Galles, senza neanche troppi sussulti particolari quando indossava ancora gli scarpini, il neoallenatore del Leicester, Steve Cooper, inizia fin da giovanissimo la sua carriera in panchina. A soli 27 anni, mentre è alla guida delle giovanili del Wrexham, primo club in cui ha militato da professionista (pur senza collezionare presenze), consegue il patentino UEFA Pro, attestandosi come uno dei più giovani di sempre a conseguire questo risultato.

Dopo una decina d’anni di guida tecnica di realtà giovanili, sia a livello di club (Liverpool) che di Nazionali (Under-16 e Under-17 inglese), nel 2019 arriva la sua prima grande occasione. A offrirgliela è lo Swansea. Nelle due stagioni in Galles, Cooper riesce quanto meno a risollevare la dignità dei Cigni, pur non ottenendo risultati effettivi. In ogni caso, guida la squadra ai play-off della Championship, ma in entrambe le occasioni la promozione sfuma prima in semifinale e poi, nel 2021, in finale.

L’ottimo lavoro comunque svolto induce un club storico come il Nottingham Forest a puntare su di lui per ritornare in Premier League dopo 20 anni di agonia nelle serie cadetta e inferiori. Obiettivo centrato alla prima stagione col quarto posto e la vittoria dei play-off. Un successo straordinario considerando che i biancorossi avevano chiuso il campionato precedente al diciassettesimo posto. Il salto nei giganti della massima Serie britannica non intimorisce però il tecnico gallese, che alla sua prima esperienza in Premier chiude con un sedicesimo posto che vale la salvezza. Nella stagione appena conclusa, tuttavia, le cose cominciano a degenerare, a tal punto che nel dicembre 2023 la società dei Tricky Trees lo solleva dal proprio incarico.

Dopo 6 mesi di inattività, Cooper è dunque pronto a rientrare nel gioco con una nuova interessantissima sfida sulla panchina del Leicester.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui