UFFICIALE – Venezia, arriva l’esonero per Paolo Zanetti

0

La notizia è arrivata nel pomeriggio di ieri. Il Venezia ufficializza l’esonero di Paolo Zanetti. A pesare nella decisione sono state le 8 sconfitte consecutive, con soli 4 punti nelle ultime 10. Si conclude così l’avventura del tecnico veneto sulla panchina del Venezia, dopo quasi due anni e un ritorno in Serie A, atteso per 19 stagioni.

Venezia FC comunica che Paolo Zanetti è stato sollevato dal suo incarico di allenatore della Prima Squadra. La Società desidera ringraziare il tecnico per aver scritto una magnifica pagina della storia arancioneroverde con la promozione in Serie A dello scorso anno.”

Comincia così il comunicato dei lagunari. Il presidente del Venezia, Duncan Niederauer, comunque non scagiona nessuno, tra calciatori e dirigenza, dalle proprie colpe per la stagione. 

UFFICIALE - Venezia, arriva l'esonero per Paolo Zanetti
Ufficiale l’esonero di Paolo Zanetti. Dopo la grandissima scorsa stagione culminata con la promozione, quest’anno non è riuscito a replicare. Il suo score nella Serie A 2021/22 è di 5 vittorie, 7 npareggi e 21 sconfitte.

Esonero Zanetti: le strade di società ed allenatore

Nonostante la brutta situazione di classifica, ultima a -3 da Salernitana e Genoa, il Venezia non è ancora matematicamente condannato. Soprattutto se si tiene conto della sfida da recuperare proprio con i campani. Per le ultime 5 gare di campionato quindi, la squadra verrà guidata da Andrea Soncin. L’ex attaccante, tra le altre proprio del Venezia, è già tecnico delle giovanili. Proprio con le nuove leve dei veneti si è messo in mostra con 12 vittorie in 24 partite, arrivando ad appena 3 punti dalla zona play-off. Certo, la via da percorrere non è delle più semplici e lo stesso Niederauer ne è consapevole. Il comunicato ufficiale infatti si chiude con un monito anche ai calciatori:

Non abbiamo nulla da perdere e impareremo molto sulla nostra squadra dal modo in cui finiremo la stagione.Con questo cambiamento, ora tocca ai giocatori dimostrare che sono pronti a fare la loro parte. La responsabilità del nostro rendimento in questa stagione è anche loro, e come ci comportiamo da ora fino alla fine della stagione dipende interamente da loro. Niente alibi. Niente scuse.

Diversa invece la situazione di Paolo Zanetti. Già prima dell’esonero, molte voci lo accostavano insistentemente al Parma. Gli emiliani infatti stanno pensando di sostituire Beppe Iachini, considerando la stagione decisamente deludente. Visto che i ducali non giocheranno neanche i play-off, mister Zanetti potrebbe avere la possibilità di cominciare a studiare la squadra sin da subito. Obiettivo comune sarà quello di tornare, entrambi, subito in Serie A.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui