Venezia-Inter (0-2), Inzaghi: “Dovevamo chiuderla prima”

0

L’allenatore dell’Inter, Simone Inzaghi, ha parlato al termine della vittoria in trasferta per due a zero contro il Venezia di Paolo Zanetti

I nerazzurri vincono la terza partita in sei giorni. Per gli uomini di Inzaghi ora testa alla partita casalinga contro lo Spezia di Thiago Motta. 

Venezia-Inter, Inzaghi: “Abbiamo chiuso una partita importante”

L’ex allenatore della Lazio ha parlato cosi della settimana appena trascorsa: Abbiamo chiuso una settimana importante facendo una partita di personalità ed esprimendo un ottimo calcio. Dovevamo chiuderla prima perché tenere aperta una partita così non va bene. Capisco però che ci sono anche gli avversari ed era la terza partita in sei giorni“.

Sulla stagione in corso e sulle previsioni ad inizio anno: “Qualcuno diceva che doveva essere un anno di ricostruzione, ho trovato una società e un gruppo straordinario, abbiamo inserito tanti giocatori nuovi. Il primo obiettivo erano gli ottavi di Champions e lo abbiamo centrato, adesso possiamo pesare al campionato oltre alla gara col Real Madrid“.

“Abbiamo perso Lukaku, Hakimi ma anche Eriksen”

L’allenatore dei neroazzurri ha parlato cosi degli ex giocatori dell’Inter: “Non c’è stato bisogno di motivare la squadra, alleno grandi giocatori ma soprattutto grandi uomini. Abbiamo perso Lukaku, Hakimi ma anche Eriksen, che ha fatto un girone di ritorno strepitoso la scorsa stagione. Abbiamo preso giocatori funzionali che stanno dando tutto, dobbiamo continuare su questa strada“. 

Sulla scelta di Bastoni centrale nella difesa a tre: “È un’opzione che abbiamo, Ranocchia ha fatto due partite meravigliose, non aveva completato il recupero nel migliore dei modi e ho fatto questa scelta. Lui si era messo a disposizione, magari potrò utilizzarlo a partita in corso. Sarà una partita dove dovremo avere un bel palleggio e ho optato per questa scelta“. 

Sulle scelte di formazione e il mancato turnover: “Ho fatto la formazione che mi sembrava più idonea. Ho fatto qualche cambio in attacco e in difesa, partita dopo partita cercherà di cambiare visto che ho una rosa molto competitiva“. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui