Serie A: Verona-Napoli, le parole di mister Juric

0

Uno scontro diretto per l’Europa: il Verona ottavo con 38 punti, affronta il Napoli, fresco vincitore di Coppa Italia, sesto con 39 punti, gli stessi del Milan vittorioso ieri sera a Lecce. La sfida del Bentegodi in programma oggi pomeriggio alle 19:30 promette scintille come sottolinea il tecnico scaligero Ivan Juric: “Ci aspetta un avversario in grande salute, che ha trovato il proprio equilibrio e che ha grossi stimoli derivanti dalla vittoria in Coppa Italia, ma noi cercheremo di essere il solito Verona”.

Verona, Juric: “Proveremo a fermare il Napoli! Sono davvero tosti, ma vogliamo conquistare dei punti”

Dopo la vittoria di sabato nel recupero della 25esima giornata contro il Cagliari di Zenga, il Verona si trova davanti la squadra di Gattuso che ha ritrovato la condizione fisica e soprattutto psicologica dei tempi migliori su cui si sofferma Juric :“Il Napoli è un avversario in salute, ma il Verona proverà a fermare il cammino dei campani. La squadra partenopea è cambiata con l’ottimo lavoro di Rino Gattuso: hanno grande qualità e un’ottima fase difensiva. Pensano a fare sempre risultato e sono davvero tosti. Anche io però credo che ogni partita sia un’occasione per fare punti, altrimenti non avrebbe senso scendere in campo: un’opportunità, se non sbagli niente, ce l’hai anche contro le grandi squadre. 

Juric: “L’obiettivo rimane sempre la salvezza ma possiamo crescere dal punto di vista fisico”

Serie A: Verona-Napoli, le parole di mister Juric

Mister Juric analizza la situazione della sua squadra esprimendo soddisfazione per la condizione dei suoi giocatori dopo tre mesi di stop:“Speravo di vedere questo Hellas contro il Cagliari, nonostante più di un tempo in inferiorità numerica, ci sono molte situazioni nelle quali possiamo crescere dal punto di vista fisico. Obiettivi? Sempre la salvezza, finché non ne avremo la certezza”.

Sulla formazione  Juric non si sbilancia: “Molto dipende dall’allenamento di oggi – precisa – ci sono varie situazioni da valutare, come Pessina, Badu, che non giocava da tanto tempo, e Veloso, mentre sicuramente giocherà Zaccagni. Dispiace non avere a disposizione Borini per un’espulsione che non c’era. Di Carmine ha avuto bisogno di un po’ di tempo per adattarsi alla Serie A, ma ha sempre goduto della mia fiducia. Lazovic? E’ un ‘quinto’ con caratteristiche da attaccante, crea sempre la superiorità numerica e non sono molti ad avere queste doti. Anche Dimarco è in grande crescita. Quando non ci sarà Lazovic anche Dimarco potrà fare bene”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui