Verso Lazio-Atalanta, Gasperini: «In passato tanti gol»

0

Archiviata la bella vittoria in trasferta contro il Torino, l’Atalanta di Gasperini è attesa subito dal big match contro la Lazio nel recupero della prima giornata di campionato. Gli orobici hanno ricominciato come avevano finito, ovvero giocando uno splendido calcio e segnando tanti gol. Contro i biancocelesti ci si attende una gara divertente, che nella scorsa stagione si è conclusa con un incredibile 3-3 mettendo in mostra il meglio del repertorio di entrambe le squadre.

Lazio-Atalanta, Gasperini: «Gara molto attesa»

In conferenza stampa, il tecnico nerazzurro Gianpiero Gasperini presenta Lazio-Atalanta: «E’ già una partita attesa, per quello che le squadre hanno fatto negli ultimi anni, una gara di cartello e oltretutto un recupero della prima giornata. Vale come se fosse la fine del campionato, le due squadre faranno di tutto per vincere e in passato ci sono stati sempre molti gol. Ogni partita è diversa, non cambierà invece lo spirito delle due compagini».

Gasperini sui biancocelesti: «La Lazio è una squadra equilibrata in tutti i reparti, il valore aggiunto lo danno gli attaccanti come Immobile, Correa e Savic che sono i più temibili da contrastare. Dovremo essere bravi a limitare la loro efficacia offensiva senza snaturarci».

Formazione: «In questo momento la squadra è quella che ha concluso la scorsa stagione, speriamo di recuperare i giocatori assenti. I nuovi arrivati come Mojica e Lammers sono pronti per fare qualche spezzone, non per giocare dall’inizio. Preoccupa di più Piccini, che è qui da qualche settimana ma si allena ancora in modo indifferenziato: è un ruolo importante per noi. Miranchuk recupera dopo la sosta, Pessina e Gollini avranno bisogno di più tempo. Romero sta bene, non so se gioca dall’inizio».

L’allenatore torna sulla vittoria di Torino: «Abbiamo fatto una buona gara, iniziata anche non bene perché siamo andati in svantaggio e in una situazione precedente avevamo già rischiato. Abbiamo vinto con merito, rispetto al Torino siamo una squadra rodata con certezze in più che hanno pesato, il Toro avrà comunque la possibilità di ripartire con un po’ più di tempo».

Il tecnico esalta Gomez: «Giocatore straordinario, ha una grande continuità»

Da limare qualche errore nella retroguardia: «In difesa abbiamo fatto qualche errore. Sul primo gol è stato un errore di concetto in quanto non siamo riusciti a scalare bene, sul secondo non abbiamo spazzato via il pallone. In queste prime giornate tutte le difese hanno qualche difficoltà ad entrare in condizione, più avanti andrà sicuramente meglio. Noi facciamo molto bene la fase difensiva giocando con continuità per lunghi tratti della partita. Le statistiche dicono che siamo tra le squadre che subiscono meno tiri, anche se concediamo qualche gol di troppo, forse anche per il nostro modo di giocare che ci espone all’errore in più. L’anno scorso comunque il dato dei gol subiti era lineare con la nostra posizione in classifica. Migliorare questo aspetto potrebbe farci fare un ulteriore salto di qualità».

Su De Roon: «Ha fatto un bellissimo gol di prima col sinistro su un inserimento, è un giocatore che sta crescendo. Io sono contenti di tutti i ragazzi, quando sembrano al top mostrano invece ancora margini di miglioramento. Il fatto di giocare insieme da tempo e porci degli obiettivi sotto l’aspetto tecnico fa parte del processo di crescita che parte dalla loro consapevolezza e mentalità, che sono di alto livello più dei piedi».

Solo parole al miele per il ‘Papu’ Gomez: «Sono passati solo due mesi, ma è rimasto sempre un giocatore straordinario come l’anno scorso. Si sono già spesi tutti gli aggettivi, dopo le partite lo mettiamo in frigorifero e poi lo tiriamo fuori quando deve giocare. E’ straordinaria la sua continuità e la velocità con cui recupera, gioca sempre e salta pochissimi minuti: è meglio che giochi piuttosto che allenarsi. Anche lui però è umano, quest’anno ci saranno cinquanta partite da giocare».

Lazio-Atalanta, Gasperini sulla lotta scudetto e le cinque sostituzioni

Il report del tecnico su porta e difesa. «In questo momento gioca Sportiello. Carnesecchi è un ragazzo di indubbie potenzialità, arriverà anche per lui l’impatto con la Serie A ma non nell’immediato. Per i tempi di recupero di Gollini si parla di un mese e mezzo circa. Per quanto riguarda la difesa, Palomino ha fatto un buon secondo tempo con il Torino. L’unico leggermente indietro di condizione è Djimsiti che per via della squalifica ha giocato meno, ma comunque stanno tutti bene».

E’ ormai opinione diffusa che l’Atalanta possa rientrare nella lotta per lo scudetto. «Va benissimo quello che dicono gli altri, ma l’importante è che non stravolgano i miei concetti. Io ribadisco che oggi solo la Juventus e l’Inter possono parlare di scudetto, forse anche il Napoli. Giocheremo per fare il massimo delle nostre possibilità».

Sulle cinque sostituzioni: «Non ho cambiato idea. Non amo molto le cinque sostituzioni ma mi hanno dato dei vantaggi nelle partite dopo il lockdown. Preferisco comunque sempre i tre cambi».

Gasperini preoccupato dall’aumento dei contagi: «Dobbiamo fare più attenzione»

Gasperini si esprime sull’aumento dei contagi con particolare riferimento all’episodio di Genova: «L’apprensione c’è in tutte le cose, i contagi continuano ad esserci non solo nel calcio ma in tutti gli ambiti della vita e in tutti i Paesi. Dobbiamo aumentare l’attenzione, nelle ultime partite dell’anno scorso siamo stati fortunati perché non ci sono stati casi anche grazie ai sacrifici delle società nel seguire tutti i protocolli, che hanno un costo non indifferente. Penso che durante le partite sia più difficile il contagio con gli avversari ma più negli spogliatoi. Stiamo comunque facendo tanto, siamo sottoposti a controlli continui e cerchiamo di seguire quello che ci dicono i medici».

Anticipazioni sul girone di Champions: «Non ci sto pensando molto ma la sensazione comune è che pescheremo una delle big della prima fascia come Liverpool, Real, Bayern o Barcellona, visto che non è capitato l’anno scorso».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui