Vincenzo Grifo: chi è l’eroe di Italia-Estonia

0
Vincenzo Grifo: chi è l’eroe di Italia-Estonia

In Germania a Pforzheim, il 7 aprile 1993, da due genitori italiani nasce Vincenzo Grifo. Quando ha solo 4 anni inizia a muovere i primi passi nel calcio, giocando per la squadra della sua città. Dopo la trafila alle giovanili passa al Karlsruhe, in 2. Bundesliga. Da qui parte la sua scalata nel mondo dei professionisti. Vincenzo gioca bene e con continuità, appare da subito una giovane promessa tanto che nel luglio 2012 a contenderselo sono Hoffenheim e Lazio. La squadra tedesca se lo aggiudica e in un primo momento lo colloca nella seconda squadra, ma già ad ottobre fa il suo esordio in Bundesliga. Da lì a pochi giorni arriverà subito un rinnovo di contratto, a riprova che il suo valore non è mai stato messo in discussione.

Grifo-Vincenzo-Bild Vincenzo Grifo: chi è l'eroe di Italia-Estonia

Vincenzo Grifo, tra i prestiti e l’affermazione

Nel 2014 fatica trovare spazio, così va in prestito prima alla Dynamo Dresda, e poi al Francoforte, squadra in cui riuscirà a trovare continuità e in cui si affermerà come giocatore di assoluta sicurezza. Dopo 33 presenze e 7 gol in campionato, il Friburgo si assicura le sue prestazioni, comprandolo a titolo definito per 1 milione e mezzo. La prima stagione con il Friburgo è trionfale, mette a segno 14 reti e 15 assist, numeri da capogiro che aiutano la squadra a raggiungere la promozione in Bundesliga. Nella massima serie tedesca ha un buon impatto, nella prima stagione tocca quota 30 partite giocate e 6 gol.

Il Borussia Mönchengladbach lo vuole e lo acquista per 4 anni, ma dopo una sola stagione fa ritorno all’Hoffeneim. Qui avrà il primo grande palcoscenico: la Champions League, in cui esordirà contro lo Shakhtar Donetsk. Lo stesso anno, la gioia più grande: l’esordio in Nazionale maggiore. Roberto Mancini, infatti, lo stima molto e lo convoca, e nell’amichevole contro gli Stati Uniti lo fa esordire con la maglia numero 10.

Rimane all’Hoffeneim fino alla finestra invernale di mercato, sessione in cui fa ritorno al Friburgo, squadra in cui milita attualmente. Ieri sera la prima doppietta in Nazionale, che lo ha fatto conoscere ai più e ha dimostrato quanto sia un giocatore di assoluta qualità. Il c.t. Mancini l’ha sempre preso in considerazione, e se queste sono le prestazioni capiamo bene il perché.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui