Yves Baraye, dalla Serie D alla voglia di riscatto

0
Yves Baraye

Dopo tanta gavetta e molte stagioni tra Serie D e Serie B, Yves Baraye è alla ricerca della sua dimensione. Il calciatore classe ’92, infatti, è attualmente svincolato, dopo aver vestito la maglia del Gil Vicente in Primeira Liga, giocando sia come ala che come attaccante. Nella massima divisione portoghese si è ben comportando, dopo aver messo in mostra notevoli qualità nelle divisioni italiane, seppur di minor livello. Tra le tante compagini, ha vestito la maglia del Parma nella cavalcata dalla Serie D alla Serie A.

Yves Baraye, il trascorso in Italia

Nato a Dakar il 22 Giugno 1992, Yves Baraye – proprio come il fratello Joel – ha intrapreso la strada legata al mondo del calcio. Da ala destra ad ala sinistra, riuscendo comunque a rendere anche nei panni del trequartista o dell’attaccante.

Il 29enne ha girato moltissime squadre in Italia, dal 2009 al al 2019. Ben dieci anni, prima di trasferirsi in Portogallo, dove sembra aver trovato il giusto ambiente.

Inizialmente all’Udinese, senza mai però giocare in prima squadra. Dopo due anni di “stallo”, Baraye passa al Lumezzane, in Lega Pro. In due stagioni totalizza 62 presenze e 8 gol, per poi essere ceduto al Chievo Verona che, a sua volta, lo porterà a girare diversi club.

Per lui salto di qualità non indifferente, dato che nel 2013/2014 gioca in Serie B con la Juve Stabia, trovando due reti in 19 occasioni. La stagione successiva lo vede di nuovo in Lega Pro, stavolta con il Torres. Ben 36 gettoni con 3 gol da segnalare.

Gli anni al Parma

Nel 2015/2016 Yves Baraye fa un passo indietro, per quanto riguarda la divisione, visto che si ritrova in Serie D. La compagine è però il Parma, società con una storia importante e pronta a rialzarsi dopo il fallimento. Le premesse per una “romantica” cavalcata ci sono tutte e, infatti, il club parmigiano non si farà attendere, dato che nel 2019 si ritroverà di nuovo in Serie A.

Tra i protagonisti di questo progetto c’è proprio il senegalese che, in Serie D, trova ben 20 sigilli in 33 gare. L’anno successivo, in Lega Pro, va di nuovo in doppia cifra, toccando 11 gol in 39 presenze. Nel 2017/2018 nel campionato cadetto trova una sola rete, ma gioca comunque in 28 occasioni.

Con il Parma di nuovo in Serie A, cambiano anche le prospettive – ed esigenze – della società, la quale stravolge la rosa e saluta (e ringrazia) i tanti calciatori che hanno fatto parte del progetto, tra cui il giovane calciatore classe ’92.

Chiuderà l’avventura parmigiana con 102 presenze e 33 gol.

Tra i record da menzionare: è il primo calciatore – insieme ad Alessandro Lucarelli e Pasquale Mazzocchi – ad aver ottenuto tre promozioni di seguito, dalla Serie D alla Serie A, con la stessa maglia.

Ultima esperienza in Italia la fa con il Padova, in Serie B, da Gennaio a Giugno 2019, con soli due gol in 14 apparizioni.

Il presente del senegalese

Dopo le tantissime avventure in Italia, ecco che Baraye si ritrova a giocare in Portogallo. Arrivato al Gil Vicente con la formula del prestito a Giugno 2019, nella prima stagione mette a segno 3 gol e in 28 gare. Passato definitivamente al club portoghese, gioca un’altra stagione in Primeira Liga, trovando una sola rete in 20 apparizioni.

Nonostante l’impegno – e il buon utilizzo – il giocatore 29enne non riesce a convincere la compagine portoghese e saluta, dopo due stagioni, il club. Conta 50 presenze e 4 gol.

Attualmente svincolato, Baraye sta cercando una nuova opportunità, che possa essere di nuovo in Italia o all’estero, pronto a dimostrare di poter fare ancora di più di quanto fatto fino ad ora. Un’altra occasione per tornare a credere nel proprio sogno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui